21 Maggio 2015
21:40

Siren Festival 2015: Vasto torna protagonista con Verdena, Blake, Hopkins e Sun Kil Moon

Torna, dopo il successo dell’edizione 2014, il Vasto Siren Festival. Ideato dalla DNA Concerti, l’evento porterà nella città abruzzese nomi che sono rappresentativi di uno spettro ampio di generi, dal rock, al cantautorato, passando per pop ed elettronica.
A cura di Francesco Raiola

Lo scorso anno nacque un Festival, promosso dall'agenzia DNA Concerti, che portò a Vasto migliaia di persone e un cast di alto livello per una prima edizione di un progetto che, come ci disse l'organizzatore Pietro Fuccio ha un'idea internazionale di quello che deve essere il pubblico del Vasto Siren Festival. Scegliere una città piccola e accogliente, con un affaccio sul mare, delle location, grandi e piccole, suggestive, e raggiungibili l'un l'altra in pochi minuti e metterci un cast che prevedeva nomi del calibro di The National, Mogway, John Grant, Thyco, tra gli stranieri, e una serie di giovani band italiane come Boxerin Club, Ninos Du Brasil, Jennifer Gentle, Tiger!Shit! Tiger! Tiger! e Joycut.

Fu un successo, che permetterà, quest'anno, di continuare a poter godere di quello che oggi pare caratterizzare la dimensione festivaliera italiana: quella delle piccole città e dei grandi nomi che non bazziccano per forza le classifiche di vendita italiane, ma sono seguiti a livello internazionale e, soprattutto, di qualità. E così Vasto si era ritrovata al centro del dibattito musicale italiano, facendo da sfondo a migliaia di persone che probabilmente non c'erano mai state e nel mezzo di quello che si può definire turismo musicale (senza contare la signora affacciata al balcone che si è ritrovata moderna Giulietta a ricevere la serenata di Matt ‘Romeo' Berninger).

Insomma, visti tutti questi fattori, anche quest'anno – si sa da un po' – la città abruzzese tornerà ad essere, per quattro giorni (dal 23 al 26 luglio), invasa da fan e musicisti e anche quest'anno i nomi sono di ottimo livello. Ai già annunciati headliner Verdena e James Blake, infatti, sin sono aggiunti una serie di nomi che praticamente chiudono il grosso di quello che è il programma 2015. Ad alternarsi sul palco di Vasto, infatti, ci saranno anche uno degli esponenti di spicco della musica elettronica mondiale come Jon Hopkins, dietro anche, in veste di produttore, ad alcuni successi dei Coldplay, il cantautore Sun Kil Moon (uno dei progetti di Mark Kozelek), acclamato nel 2014 con "Benji" e protagonista di una parte nell'ultimo film di Paolo Sorrentino "Youth – La giovinezza", Clark, un altro esponente di riferimento dell'elettronica mondiale, da anni uno dei capisaldi della Warp, i The Pastels di Stephen McRobbie, scozzesi di Glasgow, padri dell'indie pop d'oltremanica, che sono stati di ispirazione per gruppi come Teenage Fanclub, Sonic Youth, Nirvana e Veronica Falls. Ad affiancare, almeno per il momento – ma restiamo in attesa di altri annunci – i Verdena, come esponenti italiani, troviamo Colapesce, il cantautore siciliano pubblicato dalla romana 42Records che in due album – l'ultimo è ‘Egomostro‘ – ha conquistato pubblico e critica.

Il programma completo lo si trova sul sito ufficiale del Festival.

Pietro Fuccio:
Pietro Fuccio: "La sfida del Siren Festival? Far convivere Verdena e Jon Hopkins"
Vasto Siren Festival 2015: Iosonouncane e Colapesce si raccontano
Vasto Siren Festival 2015: Iosonouncane e Colapesce si raccontano
Sun Kil Moon annuncia tre date in Italia a giugno
Sun Kil Moon annuncia tre date in Italia a giugno
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni