Selena Gomez (Theo Wargo/Getty Images)
in foto: Selena Gomez (Theo Wargo/Getty Images)

In un'intervista con il giornalista americano Zane Lowe, Selena Gomez ha dichiarato alcuni giorni fa: "Questo progetto è quello che volevo fare da 10 anni, perché sono orgogliosa della mia identità messicana. Con la divisione dei giorni nostri, in tutto il mondo, la musica latina cerca di unire tutti a livello globale". Proprio di musica latina si parla, quando osserviamo la pubblicazione avuta nelle ultime ore da parte della cantante, che dopo l'annuncio e l'uscita dei singoli "De una vez", "Selfish love" con Dj Snake e "Baila conmigo" con Rauw Alejandro, ha caricato sulle piattaforme di streaming digitale "Revelacion", il suo primo progetto interamente in spagnolo.

Il primo ep interamente in spagnolo

Un 2020 che l'aveva vista protagonista con la pubblicazione del suo ultimo album "Rare", un progetto esploso nei numeri in streaming, fermato solamente dal Covid-19 per la sua presentazione live. Selena Gomez ha avuto la possibilità di rifarsi dopo la pubblicazione dello scorso febbraio, nei mesi successivi, anche grazie agli impegni lavorativi che esulavano dalla musica, da quelli cinematografici di "Only Murders in the Building" a quelli televisivi con il programma di cucina su Hbo "Selena + Chef". Un'idea però continuava a imperversare nella mente della 29enne cantante statunitense, di origini messicane da parte di padre: un progetto completamente in lingua spagnola, che potesse ricongiungerla con le sue origini. E da qui nasce "Revelacion", un Ep di sette tracce pubblicato nella notte, completato interamente su Zoom in sette mesi, anche grazie alla collaborazione del produttore Tainy, mano invisibile dietro i successi latini di Bad Bunny, Ozuna e del singolo "I like it" di Cardi B. Un progetto che ha visto la luce per la prima volta nella ballad di "De una vez", in cui la ragazza ha raccontato una nuova vita senza la sua ex fiamma, una rinascita da un rapporto terminato.

Il successo di Baila conmigo

Poi è stato il turno di "Selfish love" con il pluripremiato produttore parigino Dj Snake, un brano che si appoggia alle sonorità reggaeton-dance, con l'aggiunto del sax nel ritornello, uno strumento che sta assumendo sempre più importanza e presenza nella musica latina. Ultimo singolo pubblicato prima dell'uscita dell'Ep nelle scorse ore è stata la collaborazione con il cantante portoricano Rauw Alejandro, una delle stelle della musica latina e tra gli artisti più impegnati nella sua diffusione, autore anche di hit come "La nota" e "Reloj". "Baila conmigo" ha quasi superato i 100 milioni di stream su Spotify e si candida a essere una delle hit internazionali della prossima estate: una ballad d'amore che con la sua forza ha aumentato l'attesa sull'uscita del progetto "Revelacion".

L'ipotesi del ritiro

Erano apparse negli scorsi giorni alcune dichiarazioni che avevano aperto un nuovo squarcio nella vita professionale della cantante, che non si sentiva presa sul serio nel suo lavoro, come ha confessato alla giornalista di Vogue, Jia Tolentino: "È difficile continuare a fare musica quando le persone non ti prendono necessariamente sul serio. Ho avuto momenti in cui mi sono detta, ‘Qual è il punto? Perché continuo a farlo?'. Sentivo che ‘Lose You to Love Me' fosse la migliore canzone che avessi mai pubblicato ma per alcune persone non era ancora abbastanza. Voglio fare un ultimo tentativo prima di ritirarmi la musica". Che sia proprio "Revelacion", l'ultimo tentativo di Selena Gomez per riappropriarsi della sua identità musicale, mettendo da parte l'ipotesi del ritiro?