Mancano poche ore per scoprire quali saranno i Giovani che parteciperanno alla settantunesima edizione del Festival di Sanremo. La finale di AmaSanremo, infatti, si terrà giovedì 17 dicembre, dal Teatro del Casinò di Sanremo, alle 21.30 su Rai1, Radio2 e RaiPlay, sarà questo l'appuntamento in cui si decideranno i sei Giovani che saliranno sul palco del Teatro Ariston dal 2 al 6 marzo prossimo, date confermate della rassegna, come ha spiegato anche Amadeus, conduttore e direttore artistico, in una conferenza stampa in cui ha annunciato anche una serie di novità per la gara tra i Big che quest'anno saliranno a 26, due in più rispetto ai 24 dello scorso anno, che sfileranno in studio durante la diretta.

I 10 finalisti di Sanremo giovani 2021

Erano 961 le proposte iniziali, ridotte a dieci per la finale in cui si contenderanno gli 8 posti. Gli artisti che sono arrivati fino alla fine sono Avincola, Folcast, Gaudiano, Hu, I Desideri, Le Larve, M.e.r.l.o.t., Davide Shorty, WrongOnYou e Greta Zuccoli, con alcuni di questi nomi che sono già noti agli amanti della musica. I finalisti si esibiranno in diretta televisiva, live, accompagnati da una band e dovranno cercare di convincere la Giuria Televisiva composta da Luca Barbarossa, Beatrice Venezi, Morgan e Piero Pelù che hanno avuto modo di seguire i cantanti nei cinque appuntamenti di AmaSanremo che hanno anticipato la finale.

Come si sceglieranno le Nuove Proposte

Al voto della Giuria tecnica, però, si sommeranno anche quelli del televoto e quelli della Commissione Musicale, capitanata dal Direttore Artistico Amadeus. Ai 6 che usciranno dalla finale, poi, si aggiungeranno i 2 vincitori di Area Sanremo, per una serata che vedrà come sempre protagonista il conduttore e direttore artistico, affiancato da Riccardo Rossi. La serata sarà speciale anche perché legata all'annuncio dei 26 big che si contenderanno il titolo di Diodato, vincitore della scorsa edizione, e che sfileranno durante la serata. Con questa serata comincia ufficialmente la corsa del festival verso la settantunesima edizione, un'edizione che sarà speciale perché si terrà dopo un anno di pandemia e con regole che dovranno cercare di contenere eventuali contagi.

L'importanza di Sanremo Giovani

Negli ultimi anni proprio i Giovani sono stato un bacino importante per Sanremo e non solo. Da lì sono usciti alcuni dei vincitori della gara tra Big. Diodato, Mahmood, Ultimo, Francesco Gabbani, ma i nomi di coloro che hanno partecipato e poi sono diventati artisti affermati sono tanti. Il vincitore dello scorso anno, per esempio, aveva partecipato già a Sanremo, sia tra i Big che tra i giovani, in un'edizione che lo vide confrontarsi con Mahmood – che avrebbe vinto prima Sanremo Giovani e poi, grazie all'accesso diretto, anche la gara dei Big -, Irama ed Erma Meta, che, invece, avrebbe vinto i Big in coppia con Fabrizio Moro. Poi ci sono due casi incredibili come quello di Francesco Gabbani, che ha vinto prima tra i Giovani poi, l'anno successivo, tra i Big, giocandosi anche la terza vittoria, battuto solo da Diodato nel 2020, e il caso Ultimo, che ha vinto tra i giovani nel 2018 e poi è arrivato secondo, alle spalle di Mahmood, l'anno successivo. Quell'Ultimo che, oltre Sanremo, è diventato un vero e proprio fenomeno per il pop italiano. Ma negli ultimi anni tra i vincitori ci sono anche un pezzo da novanta come Rocco Hunt e Giovanni Caccamo.