Salmo ha smentito ufficialmente la sua partecipazione al prossimo Festival di Sanremo 2020. Il nome del rapper sardo, uno degli esponenti principali e più apprezzati del genere in Italia, era stato annunciato come uno degli ospiti della prima serata. Il cantante, però, ha annunciato nelle storie su Instagram che non sarà presente, perché non si sentirebbe a suo agio e che tra San Siro e Sanremo preferisce il primo, facendo riferimento al concerto che terrà il prossimo giugno nello stadio milanese. Salta, così, il primo nome, un nome di rottura, in effetti, che avrebbe portato sul palco dell'Ariston uno dei fenomeni musicali italiani di questi ultimi anni, in grado di entrare tra gli album più venduti del 2019 sia con il suo "Playlist" che con il "Machete Mixtape vol.4" che ha curato.

Perché Salmo non sarà a Sanremo 2020

Salmo ha spiegato che su quel palco non si sentirebbe a suo agio: "Io vorrei ringraziare di cuore Amadeus e tutto lo staff di Sanremo per avermi invitato come superospite della prima serata, ma non sarò presente al Festival di Sanremo, non me la sento, mi sentirei a disagio – ha spiegato in alcune storie postate su Instagram mentre è in vacanza -. Vi ringrazio ancora di cuore e vorrei dirvi che tra i due santi, cioè Sanremo e San Siro, scelgo San Siro, quindi se volete venire a sentirmi nel posto giusto con la gente giusta, venite il 14 giugno a san Siro". Il cantante fa riferimento al concerto che terrà proprio a Milano.

Salmo, meglio San Siro che Sanremo

In effetti qualcosa era nell'aria, dal momento che lo stesso Amadeus aveva fatto una mezza retromarcia durante l'incontro con i giornalisti al termine dei preascolti delle canzoni del Festival di sanremo. Il conduttore, infatti, aveva tentennato sul nome del cantante, anche se a un certo punto pareva che lo facesse per nascondere la partecipazione del rapper in duetto con Ghali (altro papabile per essere tra gli ospiti) con cui ha duettato in "Boogieman", singolo del rapper milanese pubblicato nei giorni scorsi.