Sarà un Festival di Sanremo pop, quello che Amadeus sta costruendo in vista dei 70 anni della rassegna. Lo ha dichiarato lui stesso in un'intervista al Corriere in cui conferma alcune voci dei giorni scorsi e alcune trattative in corso, come quella con Tiziano Ferro e l'idea di avere con sé sul palco due donne ogni sera. Amadeus ha parlato dei suoi rapporti con Fiorello e Jovanotti, il primo "non è un ospite, è un fratello: io gli consegno la copia delle chiavi dell’Ariston e lui potrà entrare e uscire dal palco quando vuole, per questo mi auguro che ci sia per più sere", mentre col secondo è legato da un'amicizia nata grazie alla radio. L'idea è quella di avere sul palco persone che siano in sintonia con lui, come Tiziano Ferro, che sicuramente sarà sul palco dell'Ariston anche se per adesso non è ancora chiaro con quale ruolo.

Le donne al Festival di Sanremo

Amadeus ha spiegato che tanti dei nomi usciti come papabili Big non hanno neanche proposto canzoni, così come tanti ospiti non sono neanche nei suoi pensieri, però Zucchero – che si è proposto – è tra quelli che potrebbe fare una capatina a Sanremo. Il conduttore poi conferma che ci saranno due donne diverse ad accompagnarlo ogni sera: "Pescherò personaggi dal varietà, dal giornalismo dal gossip; un panorama completo di donne di vari mondi e ambienti differenti. Penso a un Sanremo numero 70 all’insegna della donna" continua al Corriere. Eppure questa scelta ha portato non pochi problemi e accuse di sessismo, di donne che faranno da contorno al conduttore, ma lui nega: "Non è dieci ragazze per me; non c’è un beato tra le donne".

Quali canzoni a Sanremo 2020

Per quanto riguarda le canzoni, saranno 22 brani che il conduttore e direttore artistico vorrebbe pop, in grado di essere passate in radio fin dal giorno dopo "o cercate su Spotify": "Non sono classiche canzoni sanremesi, termine che ho sempre considerato pericoloso. Sono brani al passo con la quotidianità, con quello che funziona discograficamente" con tanto ritmo. Ma la scelta più complessa che ha dovuto fare da direttore artistico sono stati i no detti agli artisti. Se 22 sono le canzoni che arriveranno sul palco dell'Ariston, 200 sono quelle arrivate, che Amadeus sta ascoltando da mesi: "La cosa più difficile è dover dire dei no, escludere dei concorrenti dalla gara. Mentre l’ospite sono io a sceglierlo, i cantanti si propongono, si candidano e mi dispiace dover chiudere la porta a tante persone".