Festival di Sanremo 2021

Le date di Sanremo 2021: quando inizia il Festival

Manca pochissimo all’inizio di Sanremo 2021: la 71esima edizione del Festival inizia martedì 2 marzo e si conclude sabato 6 marzo 2021. Dopo un rinvio causato dalla pandemia di Covid, le date della kermesse sono state confermate da Amadeus in conferenza stampa. Il Festival di Sanremo si terrà come da tradizione al teatro Ariston, ma senza pubblico.
A cura di Francesco Raiola
Amadeus (foto Gian Mattia D’Alberto/LaPresse)
Amadeus (foto Gian Mattia D’Alberto/LaPresse)
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2021

Il Festival di Sanremo 2021 inizia martedì 2 marzo e finisce sabato 6 marzo: le date sono state annunciate già qualche mese fa, quando la pandemia teneva il Paese in lockdown, e sono state confermate anche nella conferenza stampa di AmaSanremo. Manca poco all'inizio della 71esima edizione della kermesse più importante d'Italia, che vede 26 concorrenti "big" e 8 concorrenti delle Nuove Proposte esibirsi per cinque serate sul palco del teatro Ariston. I protagonisti presenteranno 26 brani inediti, e una serata sarà dedicata ai duetti.

Le date di Sanremo 2021

Le date di Sanremo sono state fatte slittare di circa un mese rispetto al solito. Il Festival, infatti, almeno negli ultimi anni era solito tenersi all'inizio di febbraio, diventando ormai un appuntamento fisso sia per gli artisti che per i fan. A cambiare, al massimo è stata la formula di scelta dei Giovani a cui da tre anni è stato dedicato uno spazio televisivo ad ho che si dipana tra il novembre e il dicembre precedente alla manifestazione. Nel 2020, anno in cui a vincere tra i Big è stato Diodato e tra i Giovani Leo Gassman, le date del Festival sono state dal dal 4 all'8 febbraio.

L'inizio del Festival è importante anche per un'organizzazione generale e quest'anno più che mai. Se il Festival dello scorso anno è stato l'ultimo grande evento prima dell'esplosione della pandemia globale, quest'edizione dovrà, volente o nolente, fare i conti col Covid: oltre allo slittamento delle date, infatti, la Rai sta ancora cercando di capire come muoversi affinché si riesca a officiare un evento di queste dimensioni nella maniera più sicura possibile. Amadeus ha parlato di un Festival della normalità e Amadeus, conduttore e direttore artistico ha spiegato: "Questo è il più grande evento musicale italiano che va fatto in una situazione più normale possibile".

Ci sarà senza dubbio da tener conto dell'assembramento che sempre si viene a creare in città e in particolare in alcune zone, come lo spazio esterno all'Ariston o quello alle spalle, dove arrivano gli artisti e gli ospiti, ma bisognerà anche capire come gestire lo spazio interno al teatro. Ma il problema è soprattutto il fatto che non si può sapere oggi cosa sarà del Paese nel marzo 2021: "Ci sarà un nuovo Dpcm ma noi stiamo lavorando perché tutto venga svolto nella normalità e con tutte le attenzioni possibili" ha detto il direttore di Rai1, Stefano Coletta.

498 contenuti su questa storia
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
Sanremo, l'annuncio di Annalisa: "Nella serata delle cover un ospite pazzesco con me"
491 di Viral Show
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Noemi: "Ho sentito l'urgenza di cambiare. Il sovrappeso era un involucro per difendersi dal mondo"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
Enzo Mazza, FIMI: "La Gran Bretagna studia Sanremo per proteggere i Brit Awards dal Covid"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni