Chi ha visto l'esibizione de Lo Stato Sociale al Festival di Sanremo forse sarà rimasto sorpreso dalla scelta di non vedere Lodo cantare, ma al suo posto il microfono è stato preso da Albi. Anche se, forse scritto così, non rende giustizia all'idea di collettivo che la band bolognese porta con sé da sempre. Se è vero che Lodo è sempre stato il volto principale della band, è altresì vero che i regaz hanno ben chiaro in testa l'idea di band interscambiabile e questo passaggio ne è un esempio. Cinque individualità in una band.

Perché a Sanremo non ha cantato Lodo

Insomma il perché di questa scelta l'hanno spiegato qualche settimana fa, presentando cinque album solisti che sono usciti nelle cinque settimane antecedenti il Festival e che si sono chiusi con l0'uscita di quello di Albi in cui sarà inclusa – a posteriori, ovviamente, rispetto all'uscita in digitale – proprio Combat Pop: "Abbiamo sempre cercato di spostare costantemente l'attenzione del pubblico da uno all'altro, sfuggendo l’idea di leadership e, se questa cosa è abbastanza chiara per i fan di vecchia data, non è scontato che lo sia per chi ci scopre per la prima volta".

Lo Stato Sociale, singoli che formano un collettivo

Nel presentare l'Ep di Albi Fanpage.it aveva anticipato che sarebbe stato proprio lui a prendere in mano il microfono per questo brano tutto da ballare, che li porta per la seconda volta in pochi anni sul palco dell'Ariston, un palco che li ha scaraventati in una dimensione diversa e più mainstream, dopo aver conquistato il mondo indipendente, spingendosi, però, fino ai palazzetti già prima del festival. La scelta dei cinque Ep e dell'interscambiabilità è "un tentativo di chiarire sempre di più chi sono i singoli individui che formano il collettivo. Approfondendo ognuno il proprio linguaggio che, com’è fisiologico, fluisce solo in parte nella poetica della band".