413 CONDIVISIONI

Perché Cristina D’Avena icona arcobaleno sul palco di Fratelli D’Italia sta facendo discutere

Lo scontro social per la scelta da parte di Cristina D’Avena di cantare alla festa dei 10 anni di fondazione di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni dopo anni di attivismo nei cortei LGBTQ+.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
A cura di Vincenzo Nasto
413 CONDIVISIONI
Immagine

Ci sarà anche Cristina D'Avena alla festa di Fratelli d'Italia che si terrà a Roma. La cantante terrà un concerto per i fan della Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, come confermato anche a Fanpage.it. È inevitabile, quindi, legare il nome della cantante al primo partito d'Italia anche se non è detto che incrocerà la Primo Ministro, visto che saranno presenti alla festa in giorni diversi. A raccontarlo la sorella manager, Clarissa D'Avena, con la cantante che in questo momento si destreggia tra il lancio del nuovo album "40- il sogno continua" e la registrazione di uno speciale sullo Zecchino d'oro.

La distanza tra l'icona queer e la presenza sul palco di Fratelli D'Italia

Sui social si è aperta la discussione sulla figura di Cristina D'Avena, per decenni considerata come un'icona LGBTQ+, che adesso si scontra con l'adesione a un partito politico come Fratelli D'Italia di Giorgia Meloni, con una visione ben distante. Basti tornare al 2016, quando al Festival di Sanremo, Cristina D'Avena saliva sul palco della kermesse nazionale con un microfono adornato da un fiocco arcobaleno, mentre cantava la sigla di "Kiss Me Licia". Ma non solo: in occasione dei suoi 50 anni si era concessa in un'intervista, messaggi per il suo pubblico di riferimento. Infatti nel 2014 affermava: "Faccio molti concerti per i gay. Mi vesto da fatina perché loro mi vogliono ancora così. Crimie è un simbolo. Una bambina maschiaccio che con la bacchetta magica si trasforma in prima donna. È l’ideale della trasformazione. Molti di loro sono cresciuti con questa speranza. Quando canto Crimi o Sailor Moon i gay si commuovono". L'immagine stride con l'evidente, ormai, vicinanza al partito politico del Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, soprattutto sui social, dove la cantante è in tendenza su Twitter. Uno dei commenti maggiormente riportati è: "Cristina D'Avena fan di Meloni non ce la meritavamo, però".

Cristina D'Avena canterà le canzoni di Natale e le sigle dei cartoni animati

Il prossimo 15 dicembre, a scanso di decisioni dell'ultima ora, Cristina D'Avena salirà sul palco in piazza del Popolo a Roma per l'inaugurazione della festa dei 10 anni di fondazione di Fratelli d'Italia, che si terrà da giovedì a sabato. Un'enorme tendostruttura che accoglierà non solo la Presidente del Consiglio Giorgia Meloni, ma anche gli alleati Antonio Tajani e Matteo Salvini: senza dimenticare lo spettacolo. Dopo aver in passato mostrato la sua simpatia nei confronti della leader di Fratelli d'Italia, Cristina D'Avena è" invitata per passare una serata in spensieratezza e allegria: canterà canzoni di Natale e sigle dei cartoni animati". La cantante, solo alcuni mesi fa, aveva raccontato su Libero con enfasi il suo legame con Giorgia Meloni, relativo a una cover ascoltata in passato e all'eccitazione in una trasmissione televisiva: "Ho visto, anni fa, un video in cui cantava Memole! Inoltre ho saputo che mi segue: una volta eravamo a una trasmissione e lei si entusiasmò quando le dissero che nel blocco seguente sarei arrivata io. Con lei canterei volentieri, magari Mila e Shiro o Memole"

413 CONDIVISIONI
Perché Cristina D’Avena canta alla festa di Fratelli d'Italia: “Non mi schiero, porto solo musica"
Perché Cristina D’Avena canta alla festa di Fratelli d'Italia: “Non mi schiero, porto solo musica"
Cristina D'Avena canta Lady Oscar in gonna arcobaleno sul palco di FDI: "L'amore è per tutti"
Cristina D'Avena canta Lady Oscar in gonna arcobaleno sul palco di FDI: "L'amore è per tutti"
Fiorello difende Cristina D'Avena: "Io ho cantato per i comunisti, l'hanno pagata e canta per Meloni"
Fiorello difende Cristina D'Avena: "Io ho cantato per i comunisti, l'hanno pagata e canta per Meloni"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni