12 Agosto 2021
12:40

Per Kanye West la musica non è più solo musica: Donda è fuori, ma non sui servizi di streaming

Riferirsi a “Donda”, il prossimo album di Kanye West, il decimo della sua incredibile discografia, per adesso significa ancora osservare dall’alto il suo processo di costruzione da parte del rapper di Chicago. Infatti, se gli spoiler dei due listening party sembrano aver fatto aumentare gli ascolti dei progetti passati del cantante, si attende ancora il loro ingresso nelle piattaforme di streaming digitale.
A cura di Vincenzo Nasto

Dallo scorso 23 luglio, data programmata per l'uscita del nuovo album ufficiale di Kanye West "Donda", i social sono impazziti, tra immagini del primo listening party al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta e quelle di Kanye West, rinchiuso nello stadio, a programmare la reale uscita del disco, lavorando ancora di più alla definizione delle tracce. Un concept, quello dell'attesa spasmodica, che si sta riflettendo anche negli ascolti dei lavori passati, che secondo Mrc Data hanno avuto un aumento di più del 200% dallo scorso 18 luglio, raccogliendo in poco meno di un mese oltre 240 milioni di ascolti. A questo si aggiunge anche il secondo listening party, in esclusiva su Apple Tv, diventato con oltre sette milioni di accessi, l'evento più visto sulla piattaforma, sorprendendo anche per i numeri registrati in Europa, dove l'evento è stato trasmesso nel pieno della notte. Una strategia, quella di Kanye West, che per adesso sta pagando.

La strategia marketing di Donda

Riflettere sulla commercializzazione di "Donda", significa anche discutere di come Kanye West abbia approcciato alla pubblicazione di alcuni singoli, non rilasciati sulle piattaforme di streaming digitale, semmai riferendosi agli audio rubati durante i due listening party in cui Kanye ha reso possibile l'accesso prima ad alcuni fan, e poi in secondo luogo alle telecamere di Apple Tv. L'aspetto marketing di Donda, che dallo scorso 23 luglio ha fatto registrare risultati pazzeschi, come l'aumento degli ascolti dell'intera discografia di Kanye West e la vendita del merchandising che per adesso ha registrato un utile di sette milioni di dollari, racconta anche una strategia non lineare del rapper, che per adesso sta raccogliendo risultati insperati. Non più una semplice linea retta tra produzione e pubblicazione sui servizi di streaming in un giorno indicato, ma una rappresentazione da "season" come nel mondo della moda.

Musica come parte di uno spettacolo

La musica diventa parte dello spettacolo offerto da Kanye West, ma non l'unica forma di espressione: sì, perché poi entra in gioco la moda, la spettacolarizzazione della presentazione nell'arena, ma soprattutto l'ascesa al cielo, il tocco supremo dell'ultimo evento di Kanye West lo scorso 6 luglio. Per le canzoni, ormai è possibile trovare sui social spezzoni di audio o addirittura interi brani estratti dai listening party: anche se mancano alcuni dei singoli, appare sempre più chiaro la strategia incentrata sulla curiosità dei fan nel ricercare in maniera selvaggia spezzoni del nuovo progetto come se si partecipasse a una caccia al tesoro. Non esistono risultati facili per Kanye West.

L'aumento incredibile degli ascolti digitali della discografia di Kanye West

Come detto, la strategia di Kanye West sta sicuramente influendo sugli ascolti dei progetti del recente passato, come lo spoiler della traccia con Jay Z, uscita qualche settimana prima del decimo anniversario di "Watch the trone", uno dei progetti più importanti nella diffusione europea del rap americano, che ha trovato anche un piccolo annuncio a far scalpitare i fan: questo potrebbe essere l'anno buono per vedere il secondo episodio, che potrebbe sancire la reale riappacificazione tra i due artisti, dopo che negli anni passati entrambi si erano scagliati uno contro l'altro per motivi artistici e personali. L'influenza maggiore sugli ascolti è stato possibile notarlo di settimana in settimana, partendo dal 18 luglio, in cui gli streaming sono passati dai 7,6 milioni ai 16 in poco meno di sette giorni. I suoi stream giornalieri rimangono sopra gli 11 milioni per ciascuno dei quattro giorni successivi al secondo evento di "Donda" lo scorso giovedì 5 agosto, un processo che ha portato un pubblico sempre più ampio alla scoperta della vasta discografia del rapper di Chicago.

La possibilità di partecipare ai listening party vaccinandosi nell'Arena di Atlanta

Un'altra particolarità, soprattutto relativa ai listening party al Mercedes-Benz Stadium di Atlanta, è stata la possibilità di vaccinare coloro che, invitati al party, non avevano ancora contribuito alla campagna vaccinale statunitense, pena l'esclusione dall'evento. Proprio Kanye West e la città di Atlanta hanno voluto ricorrere a questo deterrente nella partecipazione del listening party, con oltre 70mila presenze in sole due serate: di coloro che ancora non erano stati vaccinati, un numero intorno alle 50 unità, come ha riferito il rappresentante della struttura, 35 hanno ricevuto la prima dose di Pfizer, mentre gli altri sarebbero stati allontanati. L'accordo tra la struttura e la casa farmaceutica permetterà inoltre, nel corso dell'anno, ai tifosi che vogliono accedere alle partite di baseball degli Atlanta Falcon, di vaccinarsi direttamente nello stadio, ricevendo così la prima dose di vaccino, per poi ultimarla il mese successivo.

La guida a Donda di Kanye West: il rapporto con la madre, i tradimenti di Kim e la riscoperta di Dio
La guida a Donda di Kanye West: il rapporto con la madre, i tradimenti di Kim e la riscoperta di Dio
Il nuovo album di Kanye West, Donda, ha una data di uscita
Il nuovo album di Kanye West, Donda, ha una data di uscita
Kanye West pubblica Donda, finalmente il nuovo album è disponibile
Kanye West pubblica Donda, finalmente il nuovo album è disponibile
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni