Lady Gaga (Getty Images)
in foto: Lady Gaga (Getty Images)

Le nomination ai prossimi Oscar 2019 ci dicono che Lady Gaga tornerà in lizza per uno dei premi più ambiti grazie ai suoi ruoli in "A Star Is Born", il film diretto da Bradley Cooper, quello di miglior attrice, ma la cantante ha guadagnato in totale due nomination, per la verità, considerando anche quella per la miglior canzone. Per quanto riguarda la prima categoria dovrà vedersela con Yalitza Aparicio (Roma), Glenn Close (The Wife), Olivia Colman (The Favourite) e Melissa McCarthy (Can You Ever Forgive Me?), mentre per quanto riguarda quella musicale, in cui è presente con "Shallow", il duetto con il regista del film che vede la collaborazione di Mark Ronson, la gara è con "All the Stars" di Kendrick Lamar e SZA, colonna sonora di "Black Panther", Diane Warren per "I'll Fight" per RBG, "The Place Where Lost Things Go" da Mary Poppins Returns e "When A Cowboy Trades His Spurs For Wings" di David Rawlings e Gillian Welch tratto dal film dei Coen "The Ballad of Buster Scruggs".

Il primato della popstar

Con questa doppia nomination Lady Gaga è la seconda artista donna a ottenere due nomination contemporanee per una categoria musicale e un'altra che riguarda un ruolo di attrice (lo scorso anno, infatti, Mary J. Blige ottenne due nomination, quella come attrice non protagonista in "Mudbound" e per la canzone che faceva da colonna sonora "Mighty River"), ma è la prima a ottenerla per il ruolo di attrice protagonista. Pur avendo perso la statuetta ai Golden Globes come miglior attrice ai Golden Globes, però, la cantante si è aggiudicato il premio come miglior canzone, doppiandolo anche ai Critics' Choice Awards (dove ha vinto il premio come miglior attrice proprio assieme alla Close).

Piccolo record anche per Cooper

Un altro piccolo record della pellicola lo ottiene anche Bradley Cooper che riesce nell'impresa di essere il primo artista maschio ad ottenere la doppia candidatura, quella per miglior attore protagonista e quello per la miglior canzone originale con "Shallow", appunto.