Un chitarrista dell'orchestra di Sanremo è risultato positivo al tampone per il Covid, costringendo l'organizzazione alla sospensione per qualche minuto delle prove al Teatro Ariston. Lo riporta il Messaggero – e lo confermano a Fanpage.it – che scrive che l'orchestrale sarebbe risultato positivo al tampone rapido effettuato prima di entrare all'interno dell'Ariston. Come da protocollo, infatti, tutti coloro che entrano all'interno del teatro devono sottoporsi a test antigenici di terza generazione e in questi giorni l'ASL1 di Imperia sta sottoponendo decine (se non centinaia di persone) ai tamponi rapidi processati in pochi minuti.

La positività di un chitarrista dell'orchestra

Il quotidiano romano ha scritto che "è scattata subito la quarantena per il musicista e gli altri che negli ultimi giorni sono stati a stretto contatto con lui. La Rai ha disposto tamponi molecolari a tappeto: i risultati arriveranno tra stasera e domani. Potrebbe trattarsi di un caso di falsa positività, come avvenuto con Conficconi degli Extraliscio". Fanpage.it apprende che lo stop è durato qualche minuto, e soprattutto che non è stato coinvolto alcun artista. Gli orchestrali, infatti, hanno una disposizione tale che sono separati tra di loro con protezioni aggiuntive. A differenza di un artista, però, un orchestrale in caso di positività conclamata sarà semplicemente sostituito senza inficiare sulla manifestazione nella sua totalità.

Il precedente del falso positivo degli Extraliscio

Nei giorni scorsi c'è stato il primo falso positivo che ha gettato nel panico gli Extraliscio, la band capitanata da Mirco Mariani. Dopo un test rapido, infatti, Moreno Conficconi detto Il Biondo, era stato trovato positivo al test rapido, portando lui all'isolamento e il resto della band in quarantena, ma dopo pochi giorni il molecolare ha smentito quella prima positività, dando la possibilità alla band di prepararsi meglio alle prove ed escludendo l'assenza della band dalla competizione: "Il risultato del tampone molecolare di Moreno Il Biondo arrivato oggi, venerdì 19 febbraio, sostituisce il risultato del tampone antigenico, determinando che si è trattato di un falso positivo" come si leggeva nella nota per la stampa.