Alla fine lo spettacolo musicale "One World: Together At Home" organizzato per raccogliere fondi per combattere il Covid-19 ha totalizzato oltre 130 milioni di euro. Una parata di star, messe insieme da Lady Gaga, hanno suonato alternandosi, in diretta tv, per 8 ore, accompagnando il pubblico a casa e rendendo omaggio anche all'Italia e ai Paesi più colpiti dal coronavirus. Oltre alle esibizioni dei cantanti – vi hanno partecipato alcune tra le star più in vista del panorama musicale mondiale – sono stati anche mostrati il lavoro dei tantissimi operatori sanitari in giro per il mondo, che da settimane lavorano senza sosta per arginare la pandemia, e anche immagini dai balconi italiani.

Chi ha suonato per One World: Together At Home

Una lunghissima diretta che ha visto impegnati, tra parole e musica, alcuni tra gli artisti che hanno scritto pagine della Storia della musica, ma anche alcune tra le popstar più in vista del momento. Paul McCartney, ad esempio, ha suonato "Lady Madonna", ricordando la madre infermiera, i Rolling Stones hanno suonato, da quattro luoghi differenti, "You Can’t Always Get What You Want", Taylor Swift si è esibita piano e voce in "Soon You’ll Get Better", Steve Wonder ha reso omaggio a Bill Withers con "Lean on me", Shawn Mendes e Camila Cabello hanno suonato e cantato "What a wonderful world" ma oltre a loro ci sono stati Billie Eilish e il fratello Finneas, Elton John, Jennifer Lopez, Billie Joe Armstrong dei Green Day, Kacey Musgraves e star della musica Latin come Maluma e Beyoncé che ha parlato dell'impatto della malattia sui afroamericani.

L'esibizione di Andrea Bocelli

C'è stata un po' di Italia anche nella musica. Zucchero è stato tra i protagonisti, esibendosi in "Everybody Got To Learn Sometime", mentre Andrea Bocelli, infatti, si è esibito nella performance di chiusura dell'evento. Un'esibizione speciale che lo ha visto affiancato da Lady Gaga, Celine Dion, John Legend e dal pianoforte di Lang Lang in "The prayer". La canzone fu registrata nel 1998 per il film d'animazione "La spada magica – Alla ricerca di Camelot" e pubblicata come singolo l'anno successivo vincendo l'Oscar per la migliore canzone e un Grammy per la miglior collaborazione. Andrea Bocelli quindi, torna a incantare il mondo, dopo l'esibizione in solitario nel Duomo di Milano, il giorno di Pasqua.