XXXTentacion
in foto: XXXTentacion

Si continua a cercare il perché della morte del rapper XXXTentacion, ucciso a seguito di una sparatoria avvenuta il 18 giugno mentre il cantante si trovava in Florida e stava uscendo da un negozio di motociclette. Stando a quanto ha raccontato la Polizia due uomini gli si sono avvicinati sparando e uccidendo il ragazzo prima di salire su un Suv e scappare. XXX è stato subito portato in Ospedale, ma dalle testimonianze pare che fosse già morto – senza battito ha detto una donna che si trovava sul luogo – prima del trasporto al pronto soccorso. Oggi Billboard ha scritto che l'avvocato del cantante ha spiegato che gli investigatori pensano che non si sia trattato di un omicidio premeditato, ma che si sia trattato di una casualità e fosse dovuta a una rapina finita male, come si diceva già nei giorni scorsi.

Le parole dell'avvocato di XXXTentacion

Il legale, David Bogenschutz, ha spiegato che si pensa a una rapina avvenuta subito dopo che XXX era uscito da un negozio di motociclette. Precedentemente, però, il rapper, che aveva solo 20 anni, compiuti lo scorso gennaio, era stato in banca prima di recarsi al negozio probabilmente per ritirare il denaro necessario all'acquisto e probabilmente qualcuno lo aveva visto e seguito. Per adesso, però, sono tutte supposizioni, dal momento che non vi è stato alcun arresto. Nelle scorse ore ha parlato anche il manager dell'artista che con un comunicato ha chiesto "per rispettare la famiglia, gli amici e le persone vicine al cantante e in attesa di ulteriori sviluppi delle indagini, di rispettare la loro privacy". Inoltre ha scritto: "XXXTentacion ha toccato le vite di milioni di persone in tutto il mondo e vivrà per sempre nei cuori degli innumerevoli fan che ascoltavano la sua musica, andavano ai suoi concerti e sentivano il bagliore di questo spirito unico e incontenibile".

L'incremento delle vendite

Come avviene sempre dopo la morte di un artista, poi, anche questa volta sono impennate le vendite e gli streaming di singoli e album. Il rapper aveva pubblicato il suo secondo album "?" lo scorso marzo, esordendo direttamente in testa alla Billboard 200, la classifica Usa degli album più venduti. E sempre Billboard ha calcolato che le vendite sono incrementate del 1603%, passando dalle 2000 alle 33 mila copie vendute tra album e singoli digitali con la sola "Sad!", il suo singolo principale sopra le 6 mila copie vendute.