Anche dopo la morte, continuano le accuse di molestie sessuali nei confronti del dj Erick Morillo, scomparso il primo settembre in circostanze ancora ignote nella sua casa a Miami Beach. Questa volta è l'inchiesta della rivista britannica MixMag a raccogliere ulteriori accuse contro Morillo. Nei primi giorni di agosto il dj era stato già arrestato, perché accusato da una donna di molestie durante una festa privata, avvenuta lo scorso dicembre. Adesso la rivista è riuscita ad intercettare 10 persone, che hanno raccontato di aver subito violenza da Morillo sin dall'inizio degli anni '90

L'inchiesta di MixMag

La prima denuncia ufficiale negli scorsi mesi, quando una donna, dopo aver rifiutato più volte le avance di Morillo, si era svegliata il giorno dopo nuda nel suo letto, con Morillo a coprirla, anch'esso nudo. Le notizie di violenza sessuale si erano minimamente assopite dopo il decesso del dj, ma attraverso l'appoggio pubblico di alcune produttrici alle vittime di violenza, la notizia ha avuto un nuovo epicentro mediatico nella pubblicazione della rivista britannica MixMag. L'inchiesta della testata ha portato al racconto di 10 persone che negli ultimi 30 anni hanno subito violenze. Come Jasmine, che ha raccontato di aver avuto due incontri spiacevoli con Morillo, distanti nove anni l'uno dall'altro: "La prima volta eravamo in tanti a casa sua e c'era molta droga. Sentivo delle vibrazioni durante la serata che sarebbe successo qualcosa che non volevo, tipo un'orgia. Scavalcai il cancello e scappai in taxi. Dopo 9 anni, in cui c'erano stati numerosi rifiuti da parte mia, decido di incontrarlo a cena. Serata piacevole, fino a quando dopo aver assunto delle pasticche nella sua camera d'albergo, mi sveglio nuda la mattina nel suo letto. Anche lui era nudo e camminava ridendo per la stanza, sotto effetti. Non so cosa sia successo, non riesco a ricordare assolutamente nulla, ma mi sono sentita triste".

La storia di Dj Empress

Una delle testimonianze più forti è arrivata da un'allieva di Morillo, la dj Empress. La donna ha raccontato che nel 1998, quando aveva solamente 17 anni, ha lavorato per 18 mesi alla Satellite Records a New York. Un'esperienza resa traumatica dalla presenza di Morillo, e che solo una settimana fa l'artista ha voluto condividere con tutto il mondo sul proprio profilo Facebook: "Mi veniva da dietro e si appoggiava dietro di me, strofinandosi sulle mie gambe e sul mio culo mentre mettevo in ordine tutti i dischi. Ricordo il suo alito caldo e bagnato quando mi sussurrava delle cose nell'orecchio, cose che avrebbe voluto farmi".

La causa del decesso

Per adesso sono ancora ignote le cause del decesso di Erick Morillo, con l'autopsia che per adesso ha rivelato solo un'alta presenza di ketamina. Il dj aveva già avuto in passato dei problemi di abuso di stupefacenti, soprattutto di ketamina, esponendosi pubblicamente dopo svariati ricoveri medici. Inoltre la polizia non esclude l'ipotesi di un'intossicazione, ma per adesso non ci sono state ancora comunicazioni ufficiali.