Lutto nel mondo dell'hard rock: è morto all'età di 67 anni Neil Peart, storico batterista e autore dei testi del gruppo canadese dei Rush. Il musicista è deceduto a Santa Monica, in California; la notizia è stata riportata i siti di CBS e Rolling Stone. Circa tre anni fa gli era stato diagnosticato un cancro al cervello. Nel 2015, aveva annunciato il suo ritiro dal mondo della musica.

La carriera di Neil Peart

Considerato uno dei più grandi batteristi rock di tutti i tempi, dichiarò di essere stato influenzato da Keith Moon degli Who, dal batterista jazz Buddy Rich e da John Bonham dei Led Zeppelin. I Rush lo soprannominarono immediatamente "The Professor" per la sua abilità nello scrivere i testi di quasi tutti i brani del gruppo, densi di riferimenti letterari da Shakespeare a Machiavelli e Nietzsche. I Rush sono un gruppo musicale formatosi nel 1968 nella città di Toronto, costituita anche da Geddy Lee (basso, tastiere e voce), Alex Lifeson (chitarra). Hanno vinto 24 dischi d'oro e 14 di platino.

Il messaggio dei Rush

"Col cuore spezzato e profonda tristezza condividiamo la terribile notizia", hanno scritto i Rush in un messaggio pubblicato su Twitter, "martedì il nostro amico, fratello e compagno ha perso la sua battaglia di tre anni e mezzo contro un cancro al cervello (glioblastoma). Chiediamo che gli amici, i fan, i media portino rispetto il bisogno di privacy e pace da parte della famiglia in questo momento estremamente doloroso e difficile. Coloro che vogliono esprimere le loro condoglianze possono scegliere un'associazione che svolge la ricerca sul cancro ed effettuare una donazione nel nome di Neal. Resta in pace fratello". Peart ha lasciato la moglie, la fotografa Carrie Nuttall, e la figlia Olivia, con le quali viveva a Santa Monica.