Il mondo musicale saluta Grant Hart, cantante e batterista noto soprattutto per aver fatto parte della band americana di culto degli Hüsker Dü. Hart è morto a 56 anni dopo una battaglia contro il cancro. Classe 1961, Hart ha fondato il gruppo nel 1978, insieme a Bob Mould (chitarra) e a Greg Norton (basso). La band, che ha svolto un ruolo fondamentale nella storia dell'hardcore punk, ha debuttato nel 1983 con l'album "Everything Falls Apart" ma la svolta è avvenuta l'anno dopo con lo sperimentale concept album "Zen Arcade". Sono seguiti altri quattro album sino allo scioglimento, nel 1987.

Con i Nova Mob e la carriera solista.

Dopo l'addio agli Hüsker Dü (il cui curioso nome significa "Ti ricordi?" in danese e norvegese), Hart ha formato un altro gruppo, i Nova Mob, in cui era impegnato come cantante e chitarrista e con i quali ha pubblicato due dischi. La band è durata sino al 1997. Dopodiché Hart si è concentrato sulla carriera solista: ha pubblicato in tutto quattro album, di cui l'ultimo, "The Argument", è uscito nel 2013.

Il ricordo di Bob Mould.

Commosso il ricordo di Bob Mould, con cui formò gli Hüsker Dü, in un lungo post Facebook.

Era l'autunno del 1978, stavo frequentando il Macalester College di St. Paul, il Minnesota. A un isolato dal mio dormitorio c'era un piccolo negozio chiamato Cheapo Records. C'era un sistema di amplificazione vicino alla porta principale a tutto volume. Sono entrato e sono finito a parlare con l'unica persona al negozio. Si chiamava Grant Hart. I successivi nove anni della mia vita lo ho passati fianco a fianco con Grant. Abbiamo fatto musica fantastica insieme. Eravamo (quasi) sempre d'accordo su come presentare il nostro lavoro al mondo. Quando abbiamo litigato per dettagli, era perché erano importanti per entrambi. La band era la nostra vita. È stato un decennio incredibile. Abbiamo smesso di lavorare insieme nel gennaio 1988, abbiamo fatto carriere soliste, formato nuove band, trovando modi diversi per raccontare le nostre storie individuali. Siamo rimasti in contatto nei successivi 29 anni, a volte in modo pacifico, altre con difficoltà, altre ancora tramite altre persone. Nel bene e nel male, a volte le cose vanno così, quando due persone si interessano profondamente di tutto ciò  che hanno costruito insieme. La tragica notizia della morte di Grant non era per me inattesa. Porgo le mie più sentite condoglianze e i miei pensieri alla famiglia, agli amici e ai fan in tutto il mondo. Grant Hart era un artista visivo dotato, un meraviglioso narratore e un musicista incredibilmente talentuoso. Tutti coloro che sono stati toccati dal suo spirito lo ricorderanno sempre.