Addio a Bob Andy, cantante reggae giamaicano reso noto da una fortunata versione di "Young, Gifted e Black" che seguì come metà del duo Bob e Marcia. L'artista è morto all'età di 75 anni dopo una breve malattia. La notizia del decesso è stata confermata dall'altra metà di quel duo, Marcia Griffiths, che ha riferito al Jamaica Observer che Andy è morto alle 8 del mattino di venerdì 27 marzo. Bob e Marcia raggiunsero la posizione n. 5 nel Regno Unito nel 1970 con "Young, Gifted e Black", brano originariamente inciso da Nina Simone, e il posto n. 11 nel 1971 con "Pied Piper", che trascorse 13 settimane in classifica.

La carriera di Bob Andy

Bob Andy nacque  a Kingston, in Giamaica: all'anagrafe si chiamava Keith Anderson. Aveva iniziato esibendosi nei gruppi dei Binders e dei Paragons prima di passare alla carriera solista a metà degli anni '60. Registrò nel leggendario Studio One con il produttore Coxsone Dodd brani come "I’ve Got to Go Back Home" e "Too Experienced". Scrisse inoltre canzoni che sarebbero state incise da star del reggae come Gregory Isaacs, Ken Boothe e Delroy Wilson. La collaborazione con la Griffiths terminò quando lei unì ai Threes, i vocalist di Bob Marley.

Il temporaneo ritiro dalla musica

A causa di problemi di salute, tra cui gravi emicranie, fu costretto a lasciare la musica da parte per un certo numero di anni dalla fine degli anni '70 in poi. Si dedicò alla recitazione (nel film giamaicano "Children of Babylon" e in "Jamaica Cop" con Denzel Washington) e divenne direttore artistico per i dischi della Tuff Gong, l'etichetta fondata da Marley. Andy tornò alla musica negli anni '90. Nel 2006, è stato insignito dell'Ordine della Distinzione dal governo giamaicano per i suoi servizi alla musica. Il disc jockey reggae David Rodigan gli ha reso omaggio, scrivendo su Twitter: “Ti abbiamo adorato tutti, Bob Andy, e sappiamo quanto tu hai amato noi, le tue legioni di fan in tutto il mondo. Adesso sei in pace; ci hai lasciato un repertorio davvero straordinario di canzoni che apprezzeremo per sempre".