Pop Smoke (Photo by SUZANNE CORDEIRO/AFP via Getty Images)
in foto: Pop Smoke (Photo by SUZANNE CORDEIRO/AFP via Getty Images)

L'etichetta di Pop Smoke ha pubblicato un messaggio di cordoglio per la morte del cantante. La Republic Island, una delle etichette più note al mondo, infatti, ha scritto un messaggio sui social dicendosi distrutta dalla morte del cantante, figura di spicco della drill di Brooklyn: "Siamo distrutti dalla morte inaspettata e tragica di Pop Smoke. Le nostre preghiere e i nostri pensieri vanno alla famiglia, agli amici e ai fan e ne piangiamo assieme la perdita". Stando a quanto riportano le ultime notizie, il rapper sarebbe stato ucciso a seguito di un'irruzione nella casa in cui viveva. Per adesso la Polizia non ha ancora effettuato alcun arresto né ha identificato i possibili assassini: inizialmente TMZ, che per prima ha dato la notizia, parlava di 2 persone ma nel frattempo pare che le persone che hanno fatto irruzione in casa del rapper, armati e mascherati possano essere quattro.

Chi ha ucciso Pop Smoke

Pare, infatti, che un video mostri quattro persone vestiti di felpe con cappuccio e maschere fare il loro ingresso in casa dieci minuti dopo che le persone presenti in casa chiudessero la porta d'ingresso. Sempre TMZ cita fonti che spiegano che non è stato acceso l'allarme, facilitando l'ingresso in casa degli uomini. La Polizia è stata avvisata poco prima delle cinque del mattino grazie a una telefonata che parlava di alcuni uomini che erano entrati in casa e uno di questi era armato e ha spiegato che prima dell'intrusione si era svolta una festa. Nelle ore precedenti alla tragedia, Pop Smoke aveva postato alcune immagini e foto che lo ritraevano nella casa, mostrando alcune borse ricevuto come regalo, e su una di queste era segnato anche l'indirizzo della casa in cui si trovava.

Il cordoglio dei colleghi

Il rapper viveva nella casa di Edwin Arroyave e Teddi Mellencamp, star della tv americana e figlia del musicista John Mellencamp, che in un post su Instagram ha spiegato: "Siamo stati avvisati da una società terza che sorveglia la nostra casa a Los Angeles che era avvenuta una sparatoria nella proprietà. Innanzitutto vorremmo estendere le nostre preghiere e le condoglianze alla famiglia elle persone colpite da questa tragica perdita. Sono tanti gli esponenti del mondo della musica americana che hanno scritto un ricordo del rapper sui propri social. Una delle prime è stata Niki Minaj che ha citato la Bibbia, ma ci sono stati anche 50 Cent, da sempre uno dei riferimenti di Pop Smoke, ma anche Travis Scott, Chance the Rapper, Quavo, Gunna, el-P, Drake e tanti altri. Pop Smoke era appena entrato nella top 10 degli album più vednuti della Billboard 200 grazie al mixtape "Meet the Woo 2" che ha esordito in settima posizione.

Sickening man 💔

A post shared by Swae Lee, Lee Swae? (@swaelee) on