Lutto per Mika, che ha perso la madre Joannie Penniman dopo una lunga malattia. Da tempo faceva i conti con un tumore al cervello, come il cantante e giudice di X Factor aveva spesso spiegato pubblicamente. La sua perdita, invece, è passata sotto silenzio per un certo periodo: Mika ha scelto di parlarne soltanto in un'intervista uscita in questi giorni sul quotidiano Le Parisien. La mamma è morta a dicembre, dopo le registrazioni di un live di Mika al Royal Opera di Versailles che è stato trasmesso sulla televisione francese il 5 febbraio.

L'ultimo concerto

Pur provato dal dolore, Mika è rasserenato dal fatto che la mamma ha avuto la possibilità di assistere a un'ultima esibizione di suo figlio, come desiderava ardentemente. "Tutta la mia famiglia è stata presente a questo concerto e anche mia madre, che mi ha formato, era lì, su una sedia a rotelle" ha spiegato l'artista anglo-libanese, "In un certo senso ho fatto questo concerto per lei. Lei ci ha lasciati poco dopo, sicuramente orgogliosa di chi sono diventato e lasciandomi in eredità la stessa richiesta per il futuro: non cedere mai al facile, continuare ad esplorare nuovi orizzonti creativi".

La malattia della mamma di Mika

Era stata proprio mamma Joannie, di nazionalità libanese e di fede maronita, a insegnare a Michael Holbrook, il vero nome di Mika, l'amore per le arti. Nel settembre 2019 il cantante aveva rivelato a Paris Match che alla donna era stato diagnosticato un cancro al cervello "estremamente aggressivo" e che si stava sottoponendo a sedute di chemioterapia dopo aver subito un intervento importante. Ad aprile 2020 Mika si era detto preoccupato per il peggioramento della mamma, che era stata ricoverata. A causa del Covid, lui e il resto della famiglia (Mika ha tre sorelle e un fratello) non potevano stare al suo fianco. Anche dopo la scoperta della malattia, la Penniman non aveva smesso di lavorare al fianco di suo figlio, supportandolo nel suo ultimo tour e per il suo quinto album "My Name Is Michael Holbrook", ispirato proprio alla madre.