Aggiornamento: Gianni Morandi commenta i numerosi messaggi che ha ricevuto sotto al post sui migranti

22 aprile. Sono sorpreso dalla quantità di messaggi al mio post di ieri. Sto continuando a leggere ma penso sia impossibile arrivare in fondo… 14mila messaggi! Ho anche risposto ieri sera per un paio d'ore. Forse non mi aspettavo che
più della metà di questi messaggi facesse emergere il nostro egoismo, la nostra paura del diverso e anche il nostro razzismo. A parte gli insulti, che sono ormai un'abitudine sulla rete, frasi come "andrei io a bombardare i barconi" o "sono tutti delinquenti e stupratori" oppure "vengono qui solo per farsi mantenere", mi hanno lasciato senza parole… Magari qualcuno di questi messaggeri, ha famiglia, figli e la domenica va anche a messa. Certamente non ascolta però, le parole di Papa Francesco…
Ciao, sto andando vicino a Lecco a visitare la Cascina Don Guanella, insieme a Don Agostino Frasson.

Sta rispondendo commento per commento, critica per critica Gianni Morandi a chi lo critica per uno status a difesa dei migranti. Il cantante, infatti, ieri ha postato una foto che equipara le navi che portavano gli italiani di inizio secolo verso le Americhe e i barconi di migranti che cercano di raggiungere le nostre coste su barconi improvvisati che spesso portano a tragedie come quella avvenuta pochi giorni fa al largo delle coste libiche, che è costata la vita a oltre 700 persone. Un post che ha sollevato tantissime critiche tra i fan della pagina del cantante che nelle ore successive ha risposto (lui e/o lo staff che lo segue) singolarmente a tutte le critiche, spiegando, con l'ironia che abbiamo imparato a conoscere in questi ultimi mesi, il perché la pensa diversamente da quelle critiche.

Un enorme lavoro di social media management che nei mesi scorsi è servito a costruire un vero e proprio fenomeno mediatico e che il cantante continua a portare avanti anche prendendo posizioni non sempre popolari. E infatti sono tanti i commenti negativi, le argomentazioni standard a cui Morandi risponde con calma e ironia. E così Morandi spiega perché queste persone scappano, spiega che non ci sono alberghi di lusso ad attenderli in Italia, parla della loro sofferenza, risponde a chi gli urla di ospitarli a casa sua ("Ho una sola casa, tutti forse no ma qualcuno di loro potrei accoglierlo"), a chi parla di religioni imposte ("a me sembra che in Italia ci sia ancora la stessa cultura e la stessa religione, non mi pare ci siano stati cambiamenti") e a chi lo invito di "tornare a cantare, che è meglio" ("tra un po' riprendo a cantare, un abbraccio").

Non perde mai la calma e per tutti, d'accordo o meno con il post o le risposte c'è un abbraccio, un saluto o un bacio.