I deejay sono da sempre l'anima della festa: che si tratti di una grande serata in un locale o di un party a casa di un amico, chi è in grado di manipolare la musica mixando e campionando diversi brani riesce a trasformare ogni serata in una festa da paura.

Se sei un dj alle prime armi e non sai quale controller dj o consolle stand alone scegliere come attrezzatura per iniziare, ecco una guida che fa al caso tuo. Dai modelli professionali con le console dj Pioneer, diventate un vero e proprio status symbol e utilizzate dai maggiori disc jokey al mondo, passando per le console dj Numark, Hercules e Gemini, con uno sguardo anche ai modelli economici per amatori e a qualche console dj usata.

Terremo d'occhio una serie di caratteristiche che il controller deve avere – dalle dimensioni, con i modelli compatti per il trasporto, alle funzionalità per il proprio stile e agli effetti come lo scratch – con attenzione alla qualità dei materiali, al design e al prezzo per trovare una buona console dj economica.

Ecco una guida con tutto ciò che serve sapere per scegliere la tua prima console dj tra quelle disponibili online, per capire come iniziare a fare il dj e a mixare i tuoi brani preferiti. Confronteremo sei tra i migliori modelli di controller e poi procederemo alla spiegazione passo passo di tutte le caratteristiche tecniche. Pronti per iniziare a missare e far ballare amici e colleghi?

Potrebbe interessarti anche: i migliori giradischi per ascoltare i tuoi vinili

Consolle DJ, a cosa serve e come funziona

Prima di passare alla vera e propria guida all'acquisto della migliore consolle dj per le tue esigenze, vediamo qual è il funzionamento alla base di questo dispositivo, ovvero come funziona e come si utilizza la consolle da dj.

La consolle DJ o il controller sono in grado di riprodurre un brano musicale selezionato da un certo ingresso: lettore CD, ingresso USB, altri supporti rigidi (ad esempio il vinile) o digitali.

Una volta acquisito uno o più brani, il mixer interno alla consolle smista le diverse frequenze, e ha a disposizione un numero di canali attraverso cui effettuare questa operazione (di solito i canali sono sempre più di due e mai più di sei).

Lo stile di mixaggio e il brano finale che verrà campionato dipenderanno molto dall'intervento del DJ, che aggiunge il suo tocco personale al lavoro del mixer.

La migliore consolle DJ per iniziare a mixare

Le console dj non sono tutte uguali, infatti sul mercato sono disponibili modelli molto diversi tra loro sia in base alle caratteristiche che relativamente al prezzo. Noteremo queste differenze durante il confronto tra modelli diversi, ma prima di iniziare è necessario fare qualche importante distinzione.

Innanzitutto qual è la differenza tra un controller dj e una console dj? La console dj è stand alone, ovvero è una all in one senza PC che fa essa stessa da computer. Ovviamente si tratta di modelli più sofisticati e difficili da utilizzare, soprattutto se vi siete già abituati a mixare e scratchare con software online come Virtual DJ. Per chi è alle prime armi è consigliabile un controller dj, aiutandosi con il PC per capire effettivamente cosa si sta facendo.

La seconda differenza è tra consolle dj analogiche e consolle digitali: le prime permettono di leggere soltanto i supporti fisici e sono più complesse da utilizzare, mentre le seconde hanno spesso una porta USB o una connettività Bluetooth che consente di leggere anche formati digitali come l'mp3 o i brani salvati sul computer.

L'ultima differenza da tenere a mente è quella tra consolle all in one e consolle modulari: nel primo caso il modello comprende già tutte le parti di una consolle, nel secondo caso l'impianto si va a comporre di diversi elementi. Le consolle all in one sono le consolle entry level per eccellenza, mentre una consolle da dj modulare è pensata per un utilizzo professionale.

Le consolle da dj all in one sono anche più compatte e possono essere trasportate facilmente, mentre le consolle dj modulari sono più ingombranti.

Leggi anche: i migliori amplificatori per giradischi

Consolle e controller DJ, i migliori in commercio

Se vuoi intraprendere la carriera da dj o semplicemente sei un appassionato di musica e vuoi dedicarti alla tua passione, ecco una selezione di controller dj e console entry level delle migliori marche come Pioneer, Numark, Hercules e Gemini.

Ci orienteremo in questo confronto analizzando le caratteristiche tecniche di ciascuna consolle all in one, aiutandoci grazie alle opinioni e recensioni degli utenti su Amazon, per scegliere la migliore consolle per dj alle prime armi con cui mixare e campionare le canzoni.

Numark Party Mix

Il primo modello di consolle da DJ oggetto del nostro confronto è il dispositivo più festaiolo della gamma Numark, dotato di tre luci colorate sul davanti per ravvivare ogni party che si rispetti.

Questo controller presenta un mixer MIDI a due canali al centro e i due piatti sui lati; nei lati è inoltre possibile ricercare un punto specifico all'interno del brano ed eseguire lo scretch, grazie a una serie di tasti e funzionalità come Cue, Sync e il pitch control.

Oltre all'uscita USB, questo modello è dotato anche di un ingresso per le cuffie e una funzione che permette di ascoltare in anticipo in cuffia ciò che poi sarà riprodotto nelle casse. Il mixer a due canali ha anche un crossfader, ovvero la leva regolabile che stabilisce la frequenza e l'ampiezza del segnale dei due brani, e una jog wheel.

Insieme al controller è incluso il software Serato DJ, utilizzabile sia su Windows che su Mac; tutti i tasti sono retroilluminati, in modo da permetterti di leggerli anche al buio. Questo modello targato Numark è disponibile su Amazon a partire da 82€.

Hercules DJ Control Instinct S Series

Passiamo al secondo modello del nostro confronto, questa volta prodotto da Hercules, uno dei marchi migliori nella produzione di controller all in one con un ottimo rapporto qualità prezzo.

Dal design curato e molto semplice da usare anche grazie alle istruzioni comprese nella confezione, questo controller a doppio banco è formato da due manopole jog ultrasensibili alla pressione, al di sopra delle quali ci sono i comandi utili per i singoli brani.

Al centro è invece posizionato il mixer e i diversi tasti che controllano il mixaggio e creare la propria musica campionando brani o pezzi di brani e pulsanti effetti. Oltre che per le funzionalità, questo controller è interessante anche dal punto di vista del design, che lo rende molto simile alle consolle per professionisti.

I tasti si illuminano di colore blu quando le rispettive funzioni vengono utilizzate, in modo da tenere conto del numero di effetti che stiamo usando. Compatto nelle dimensioni e pesante poco più di un chilo, è disponibile su Amazon a partire da 96€ e su Unieuro a partire da 99€ con consegna a domicilio.

Numark Mixtrack Pro lll

Saliamo leggermente di livello con un altro modello di Numark, che comprende al suo interno una scheda audio autonoma, il software Serato DJ e una serie di suoni e loop già campionati.

Compatto e con un peso inferiore a due chili, questo controller comprende 2 deck con due wheel da 5 pollici e si collega al software Serato DJ sia da Windows che da Mac; ha una doppia uscita per le cuffie, un'uscita stereo e una porta USB.

Il mixer è dotato di due canali, un crossfader, filtri da mixer, cursori di pitch da 100 mm e molto altro per offrire tante possibilità e dare più libertà possibile nelle operazioni di missaggio; l'ottimizzazione del mix avviene grazie a 16 pad, effetti aggiuntivi e modalità multiple d'uso.

La striscia touchscreen sopra le jog wheels permette di controllare gli effetti e ricercare velocemente i brani salvati nella scheda audio, oltre a poter sfruttare in modo più fantasioso le opportunità offerte dal software Serato DJ. Questa consolle è disponibile online a partire da 195€.

Hercules Dj Control Universal

Anche Hercules ha prodotto il suo modello non proprio entry level ma comunque di fascia economica, destinato a chi è alle prime armi ma cerca uno strumento automatico che possa aiutarlo in tutte le situazioni.

Il modello DJ Control Universal è iper compatibile e versatile: grazie alla varietà dei suoi input può collegarsi a qualsiasi dispositivo, recuperare le canzoni da Spotify o Deezer e aggiungervi equalizzazioni e campionature. Grazie alla connettività Bluetooth è possibile controllare il mixer anche dallo smartphone, in modo da passare musica mentre si balla in pista.

Una delle funzioni più originali e simpatiche è il tasto "Panic": se sei nel bel mezzo di una conversazione e la musica è finita, ti basterà premere questo tasto e il controller individuerà automaticamente la traccia più in linea con lo stile della tua musica.

Oltre che tramite software su PC e smartphone, è possibile condividere la propria musica sfruttando l'apposita app, e permettendo ai tuoi amici di votare i brani che hanno preferito permettendoti di avere un feedback immediato sul gradimento della tua selezione. Questo modello targato Hercules è disponibile su Amazon a partire da 144,40€.

Controller Pioneer DDJ-RR/LSYXJ

Passiamo adesso a Pioneer, una marca diventata sinonimo di professionalità per i DJ di tutto il mondo, ma che ha creato anche dei modelli semiprofessionali di fascia media.

Questo controller è dotato di jog wheel di grandi dimensioni, performance pad personalizzabili nei colori e una piastra anteriore in alluminio spazzolato; rappresenta il "fratello minore" rispetto ai due top di gamma di Pioneer, ovvero il il DDJ-RZ e il DDJ-RX.

Si utilizza con il software Rekordbox DJ, di proprietà della Pioneer e ricco di funzionalità aggiuntive selezionabili dal controller, come ad esempio Slip Mode, Release FX, Sequencer Load e Deck Select; grazie alla funzionalità Sequencer Load, in particolare, sarà possibile creare sequenze di campionature o riprodurre quelle già esistenti.

Grazie al design compatto e alle maniglie, questo controller ricco di input, output e funzioni con cui sbizzarrirti è anche facile da trasportare. È disponibile su Amazon a partire da 669,89€ e su Unieuro a 699€.

Gemini CDM-4000

Anche Gemini si è affermata nel tempo per la produzione di consolle DJ e controller a basso prezzo ma di buona qualità. Questo modello è compatibile con CD audio e mp3 grazie alla porta USB, è dotato di 2 ingressi line ausiliari per dispositivi esterni, e 2 uscite tra cui una super versatile RCA.

Le due jog wheel sono indipendenti e permettono di creare effetti e scratchare da vero DJ professionista, grazie anche alla funzione Loop e Reloop. Grazie a questo dispositivo è possibile creare playlist, visualizzare in anteprima i punti cue, facilitando la creazione di campionature semiprofessionali.

I due schermi retroilluminati aiutano nell'identificare il numero del brano, il pitch e non ultimo il tempo. Può essere collegato a dispositivi di registrazione, cuffie per il preascolto, microfoni, monitor e molto altro. Le recensioni ne sottolineano la facilità d'uso e la sua estrema compatibilità con molti dispositivi e sorgenti diverse.

Con tre modalità jog tra cui scegliere e 3 diverse selezioni del tempo, questo modello targato Gemini è disponibile online a partire da 302,90€.

Guida all'acquisto della migliore consolle DJ

Il confronto tra otto diversi modelli di console dj, con una particolare attenzione sui modelli entry level, ci ha dato modo di avere una prima idea sulle caratteristiche importanti da tenere d'occhio nella scelta della migliore console da dj per iniziare.

Ecco la guida all'acquisto vera e propria, con la spiegazione passo passo di tutto ciò che bisogna sapere per scegliere il modello di controller e console dj più adatta alle proprie esigenze amatoriali o professionali.

Tipologia

Abbiamo già anticipato all'inizio di questo articolo quali sono le principali tipologie di consolle dj disponibili in commercio e per quale utilizzo sono consigliate.

Ricordiamo qui le differenze tra le tipologie fondamentali di controller e console dj:

  • Controller o consolle dj: mentre il controller è sempre connesso a un PC, quindi prevede che ci sia una memoria esterna, la consolle dj ha una memoria interna grazie alla quale non è necessario portare con sè anche il pc; i controller sono i modelli entry level, più facili da usare ed economici, mentre le consolle dj necessitano di più esperienza e hanno un costo maggiore.
  • Analogica o digitale: la consolle dj analogica è il modello classico di workstation, legge i CD o i vinili e non può usare brani digitali, ha un costo più elevato ed è più difficile da usare. La consolle digitale permette di leggere anche brani via USB o Bluetooth, è più semplice e intuitiva e ha un costo inferiore.
  • All in one o modulare: le consolle dj all in one contengono tutto ciò che serve per mixare e campionare in un unico strumento che si acquista una sola volta, mentre le consolle modulari sono pensate per un utilizzo professionale e si compongono di più pezzi messi insieme.

Trasporto e componentistica

La tipologia di console dj che sceglieremo influenzerà anche le sue dimensioni, quindi è molto importante scegliere un modello che si adatti alle nostre esigenze. Se vogliamo, ad esempio, poter portare in giro la nostra consolle con facilità di trasporto, allora bisognerà scegliere un controller o una consolle digitale e all in one.

Se invece non vogliamo mai spostare la consolle, magari tenendola sempre nella nostra stanza, allora possiamo optare anche per un modello analogico e modulare. In questo caso però potremmo avere a che fare con una consolle lunga anche più di un metro e molto pesante da trasportare, oltre che molto delicata.

I modelli digitali invece sono più compatti e possono essere trasportati con estrema facilità, grazie anche alla moltitudine di custodie e valigette presenti sul mercato.

Sia che si tratti di un modello analogico che di una consolle digitale, le componenti sono simili: una console dj è infatti formata dai piatti, dal loop, dal fx e dal mixer. I piatti o lettori danno alla console il suo aspetto tipico e permettono di manipolare manualmente il suono; il mixer permette di bilanciare i vari rumori e occupa solitamente la parte tra i due piatti; il loop serve, come dice la parola, a ripetere determinati pezzi delle tracce, e l'fx serve a gestire le ulteriori manipolazioni del suono.

Ingressi e uscite

Come tutti i dispositivi per la riproduzione del suono, anche la consolle dj ha una serie di ingressi e uscite – input e output – che rappresentano una caratteristica molto importante e servono anche per valutare la versatilità e la fascia di prezzo del controller.

I modelli analogici, che sono i più vecchi per data di inizio produzione, hanno molti ingressi e uscite tra cui:

  • MIC in: per collegare il microfono
  • Line in: per collegare dispositivi e lettori musicali già amplificati
  • CD in: per collegare un lettore di riproduzione dei compact disk
  • Phono in: per collegare i giradischi
  • Booth out: è una caratteristica peculiare delle consolle dj, serve a collegare degli amplificatori da tenere accanto al DJ per ascoltarsi meglio senza dover alzare troppo il volume
  • Phone out: per collegare le cuffie
  • USB: per collegarsi a lettori mp3, computer, smartphone o altri dispositivi elettronici; nelle consolle moderne viene utilizzato anche per collegare il controller in corrente

I modelli di consolle dj digitale hanno molti meno ingressi e uscite a disposizione, ma hanno sempre un cavo USB per collegare il proprio archivio musicale; spesso hanno anche una connessione Bluetooth che permette di collegare la sorgente musicale senza aver bisogno di fili.

Effetti

Oltre alle funzioni base di una consolle dj, comuni a tutti i disc jokey, alcuni effetti sono utilizzati solo da alcuni dj in base al loro stile e alle loro preferenze. Ovviamente non si tratta di funzioni comuni a tutti i modelli di console dj, ma aumentano e migliorano all'aumentare del costo complessivo del dispositivo.

Alcuni effetti comuni a moltissimi modelli di controller, anche i più economici, sono l'Equalizzatore (che serve a controllare le frequenze alte, medie e basse), il Loop (che permette di ripetere più volte lo stesso pezzo di brano), il Pitch (che serve ad armonizzare diversi brani uniti in un'unica riproduzione). Ci sono anche altre funzioni ed effetti, come Tempo Master, Cue e Jog Wheel.

Scheda audio

Mentre le consolle dj stand alone hanno sempre una propria scheda audio, i controller dj a volte possono esserne sprovvisti perchè utilizzano la stessa scheda audio del PC. Se utilizzate molto il vostro computer, e avete intenzione di usare altrettanto la vostra consolle, l'ideale è avere una scheda audio a parte, quindi esterna al pc.

Questo per una serie di motivi, tra cui c'è sicuramente il migliore livello di qualità del suono, ma anche l'evitare di andare a sovraccaricare troppo il pc, soprattutto se si tratta di un modello vecchiotto o che utilizziamo anche per motivi di studio o di lavoro.

Programmi compatibili

Sia che si tratti di una consolle dj analogica che digitale, è importante analizzare la caratteristica della compatibilità del dispositivo, ovvero capire se e come poter avere la musica e il mixer anche sul PC. In commercio esistono molti software di mixaggio e programmi compatibili con varie tipologie di consolle e controller dj.

Il più compatibile e versatile è il software Traktor Pro, ma ce ne sono anche altri, come ad esempio Virtual DJ e Serato DJ. Come abbiamo visto c'è anche Rekordbox DJ, prodotto da Pioneer e quindi compatibile con tutti i dispositivi di questa marca.

Controller e consolle DJ a basso prezzo, ecco dove comprarli

Le consolle e i controller da DJ sono fondamentali per chi vuole iniziare a mixare e campionare brani: oltre che nei negozi specializzati, questi dispositivi sono in vendita online su Amazon con spedizione rapida gratuita e a un costo inferiore rispetto ai negozi fisici.

Acquistare questi dispositivi online comporta una serie di vantaggi: anzitutto la qualità e rapidità del servizio clienti Amazon, uno dei migliori in circolazione; poi la possibilità di leggere le recensioni e opinioni degli utenti che hanno già acquistato le console in modo da farsi un'idea ancora più approfondita sulle prestazioni e funzionalità dei vari modelli.