"Se pensate di essere attenti siatelo di più" scrive Renzo Rubino sui suoi social dopo aver contratto il Covid-19. Il cantante ha postato una foto che lo ritrae in aperta campagna, spiegando, però, che non sarà possibile in questi giorni poter respirare a pieni polmoni. Il cantante, autore di canzoni come "Il postino (Amami uomo)", "Custodire", "Ora" e "Pop", tra le altre, ha parlato di come si sia ammalato di Covid-19 e basta leggere le poche parole su Instagram per capire che contrarlo non è affatto un bel momento. Nei giorni scorsi il cantante è stato impegnato a promuovere "Porto Rubino", il docu-film nato dalla sua esperienza della scorsa estate circumnavigando la Puglia con tanti ospiti e l'obiettivo di difendere il mare.

Renzo Rubino, l'annuncio del Covid

Nel post Renzo Rubino scrive: "Una foto a pieni polmoni nella campagna. Un traguardo tanto semplice da raggiungere. Eppure adesso mi è impossibile. Ho sempre avuto paura del Covid ed ho cercato di fare del mio meglio per aggirarlo ma non è bastato" si legge e a questo punto il cantante lancia un appello ai fan: "Se pensate di essere attenti siatelo di più. Ferrati con chi vi sta vicino. La determinazione è la chiave. Poi non posso pensare di vivere senza il gin tonic con gli amici perciò diamoci una mano".

Il progetto Porto Rubino

Nei giorni scorsi Renzo Rubino ha presentato al Festival di Roma il suo docu-film Porto Rubino diretto da Fabrizio Fichera. Un progetto in cui Rubino racconta un viaggio tra musica e mare: partendo da Polignano a Mare, infatti, il cantante è arrivato a Taranto, attraversando tutto il tacco d'Italia, incontrando persone, collaborando con artisti, passando per porti, facendo serate e soprattutto con un obiettivo, raccontare l'inquinamento marino, alla ricerca della plastica. Insieme a Rubino artisti come Diodato, Paola Turci, Bugo, Giuliano Sangiorgi, Vasco Brondi, Noemi.