Grande ritorno in Italia per Manu Chao che il 12 agosto si è esibito in forma gratuita al festival Collisioni Grazie organizzato ad Alba (Cuneo), una manifestazione riservata ai sanitari che hanno combattuto contro la pandemia da coronavirus e a tutte le categorie che hanno lavorato anche durante il lockdown. Il concerto è stato sold out e gli organizzatori hanno ringraziato il cantante dalle pagine social del festival, sottolineando la sua grande generosità. Più in basso, un video della performance.

In tanti anni di Collisioni abbiamo conosciuto molti artisti fantastici. Ma immaginare un musicista che prende la valigia e viene in Italia per cantare gratuitamente per i medici, gli infermieri italiani e tutti coloro che hanno lavorato nei mesi più bui del Covid, fidatevi, è una cosa unica. Che poteva fare solo un uomo con un grande CUORE. Grazie Manu per l'emozione di ieri sera a Collisioni ad Alba, e per l'esempio che ci hai voluto regalare, in un mondo che a volte sembra muoversi solo con le regole dell'utile e del tornaconto.

Collisioni Grazie, il programma del festival

L'edizione 2020 di Collisioni, che tradizionalmente si tiene a Barolo, è stata cancellata a causa della pandemia e rimandata al 2021, ma al suo posto è stata organizzata presso Alba la manifestazione "Grazie" (dal 7 al 18 agosto), con posti riservati gratuitamente a medici, infermieri, persone addette alle pulizie degli ospedali, cassiere, camionisti, farmacisti, volontari, membri delle forze dell’ordine e della protezione civile e tutti coloro che hanno prestato servizio in prima linea nei mesi del lock-down. Si sono esibiti anche Arturo Brachetti, J-Ax e Francesco Gabbani, mentre Gino Paoli e Danilo Rea chiudono il 18 agosto.

Manu Chao ad Alessandria, le parole per don Gallo

Prima del concerto ad Alba, Manu si è esibito anche il 10 agosto a Rovereto e quindi ad Alessandria nella Casa di Quartiere della Comunità San Benedetto al Porto, fondata da don Andrea Gallo. Il cantante ha ricordato sui suoi profili social il celebre sacerdote ribelle e anticonformista scomparso nel 2013: "Una grande allegria e lezione di lotta, speranza e perseveranza", ha scritto l'artista franco-spagnolo ricordando don Gallo come "sempre presente e attivo! Grazie maestro".