Mahmood ha ufficializzato la sua partecipazione all'Eurovision Song Contest, il Festival europeo in cui si sfidano artisti di tutta Europa e non solo. Il cantante ha vinto l'ultima edizione del Festival di Sanremo con la canzone "Soldi" che porterà anche il 14 maggio a Tel Aviv, in Israele, dove si terrà la manifestazione: "Ok ve lo posso dire, rappresenterò l’Italia all’ @eurovision con “SOLDI”. Non vedo l’ora" ha scritto il cantante milanese sui suoi social, confermando la notizia. Proprio questa mattina, ai microfoni di Rtl 102.5 aveva tenuto la notizia ancora in stand by dichiarando: ""Ci abbiamo messo la testa ieri sulla questione Eurovision, quindi si tratta di attimi e poi potrò dirvi".

Due podi con Gualazzi e Il Volo

Il cantante quindi ha confermato di usufruire della corsia preferenziale che vuole che per l'Italia il candidato automatico, a meno di rinuncia (come avvenne per gli Stadio), ovviamente, sia il vincitore del Festival di Sanremo, un modo per dare ancora più appeal alla kermesse in cui, in questi ultimi anni, l'Italia si è sempre difesa bene, senza però mai riuscire a vincere, ma raggiungendo il podio due volte negli ultimi dieci anni: nel 2011 con Raphael Gualazzi e nel 2015 con Il Volo, grande favorito per la vittoria finale e acclamatissimo tra i votanti (ma penalizzato dalla Giuria, un po' come avvenuto in quest'ultima edizione del festival per Ultimo).

Nel 2018 Moro e Meta quinti

Due anni fa, nel 2017, fu Francesco Gabbani a piazzarsi al sesto posto con "Occidentali's Karma", mentre lo scorso anno toccò a Ermal Meta e Fabrizio Moro con "Non mi avete fatto niente" che si piazzò al quinto posto, mentre nel 2016 Francesca Michielin arrivò 16a. Per trovare l'ultima vittoria del nostro Paese bisogna tornare indietro fino al 1990 quando vinse Toto Cotugno con "Insieme: 1992" anche se l'Italia mancò dal 1994 al 1996 e dal 1998 al 2010