12 Novembre 2014
17:16

Linea d’Ombra: a Salerno arrivano John De Leo e il ‘Grammy’ Robert Glasper

Il 13 novembre comincia il festival salernitano Linea D’Ombra che vedrà, come anno, una sezione musicale in cui ospiterà John De Leo, ex leader dei Quintorigo, e l’americano Robert Glasper, vincitore di un Grammy Awards come miglior album R&B.

Il Festival Culture Giovani Linea D'Ombra si terrà a Salerno dal 13 al 15 novembre a Salerno e vedrà, oltre a eventi che riguarderanno la creatività contemporanea tra cinema, performing art e videoarte&web, ancora una volta la musica tra le protagoniste. Partito con il Live Music Contest tenutosi la settima scorsa, che ha visto confrontarsi 4 band (Rossometile, The Angels' Gospel Choir, Mockin' Donkeys, Aliante) per aggiudicarsi l'apertura del primo dei due concerti che fanno parte della rassegna salernitana. Saranno Robert Glasper e il suo quartetto “Experiment” (Robert Glasper – Piano, Derrick Hodge – Bass, Mark Colenburg – Drums, Casey Benjamin – Sax, BJ Pendleton – FOH) ad inaugurare il festival venerdì 14 novembre. Glasper è un nome molto conosciuto del mondo jazzistico e R&B, pubblicato dalla Blue Note e collaboratore di artisti come Kanye West, Norah Jones, Erykah Badu, Mos Def, tra gli altri e vincitore di un Grammy Award nel 2012 con il suo "Black Radio" premiato come miglior album R&B. Al Club Modo di Salerno sarà possibile ascoltare la sua musica che mescola alle sonorità jazz quelle afroamericane. Un appuntamento internazionale da non perdere che anticipa la chiusura di sabato 15.

Il giorno seguente, infatti, sarà John De Leo a salire sul palco del Cinema Teatro Augusteo a partire dalle ore 22.30. De Leo è una delle figure fondamentali del mondo musicale alternativo. Protagonista, sul finire degli anni '90, con i Quintorigo, che abbiamo visto per due anni sul palco dell'Ariston a portare un po' di frescehezza al Festival di Sanremo, oggi il cantautore porta avanti la carriera solista. Sul palco salernitano porterà il suo ultimo lavoro "Il grande abarasse”, il suo ultimo progetto discografico uscito il 7 ottobre per Carosello Records che Federico Guglielmi su Fanpage ha descritto così: "Un concept ambientato in un ipotetico condominio, che il suo autore considera “pop” e non riservato solo a una platea attenta, colta e ricettiva al fascino dell‘atipico. E l’album, benché alla sua maniera, è in effetti “pop”, con la sua ricerca melodica, il suo gusto per la spettacolarità, i suoi brillanti omaggi/citazioni più o meno occulti".

Proprio Salerno sarà la data di debutto del tour e come scrive sempre Guglielmi: "Grande è dunque la curiosità di scoprire come tutto ciò sarà tradotto sul palco, con l’imponente supporto di un’orchestra di otto elementi e l'innato magnetismo di un primattore che non si accontenta di essere un formidabile cantante – gli accostamenti a Demetrio Stratos e Tim Buckley non sono campati in aria – ma è pure raffinato affabulatore e carismatico entertainer" dove quegli 8 elementi sono: Fabrizio Tarroni (chitarra semi-acustica, cori), Silvia Valtieri (fisarmonica, pianoforte, percussioni giocattolo, cori), Franco Naddei (campionamenti e chitarra elettrica, cori), Piero Bittolo Bon (sax baritono / clarinetto basso), Beppe Scardino (sax baritono / clarinetto basso), Dimitri Sillato (violino e pianoforte), Valeria Sturba (violino, violino elettrico e theremin), Paolo Baldani (violoncello).

John De Leo: cantare la voce
John De Leo: cantare la voce
Tetes De Bois: "Ecco perché dovreste conoscere Leo Ferrè"
Tetes De Bois: "Ecco perché dovreste conoscere Leo Ferrè"
"Sabina Guzzanti vai a cag...": arrivano i difensori di Maria De Filippi
"Sabina Guzzanti vai a cag...": arrivano i difensori di Maria De Filippi
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni