Lil Wayne (Ethan Miller/Getty Images)
in foto: Lil Wayne (Ethan Miller/Getty Images)

L'FBI ha effettuato un controllo per avere conferma della possibilità che su un jet noleggiato dal rapper Lil Wayne fossero presenti armi e droga. Lo scrive il Miami Herald che conferma che gli agenti federali hanno effettuato i controlli e avrebbero anche trovato quello che cercavano ma che stando a quanto dichiarato dall'avvocato del cantante, lo stesso Wayne è stato autorizzato ad andare via e per adesso non è ancora noto se vi sia stato qualche arresto. Oltre all'FBI all'aeroporto di Miami hanno atteso il jet anche agenti dell'agenzia governativa Bureau of Alcohol, Tobacco, Firearms and Explosives e altri agenti, che erano alla ricerca, appunto di armi, cocaina, oppioidi e marijuana.

Il rapper interrogato

Non è ancora certo se Lil Wayne, uno dei rapper più famosi degli Usa, conosciuto anche come Weezy, sia stato accusato di qualcosa. Lui stesso ha spiegato in un tweet che tutto potrebbe nascere dall'interpretazione sbagliata di un vecchio tweet, stando a quanto scritto da lui stesso sui social. In ogni caso, continua il Miami Herald, se qualche arresto sarà fatto probabilmente il carcere scatterebbe dopo i giorni di Natale, dal momento che il 24 e il 25 la Corte Federale è chiusa.

La morte di Juice WRLD

L'arrivo dei Federali in aeroporto ha portato alla mente quello che è avvenuto pochi giorni fa quando altri agenti sono stati avvisati della possibile presenza di droghe e armi sull'aereo che trasportava il rapper Juice WRLD che sarebbe morto proprio in quella occasione. Pare, infatti, che il pilota dell'aereo abbia avvisato che sull'aereo stava succedendo qualcosa e gli agenti hanno aspettato che atterrasse per poter eseguire una serie di controlli. Stando a quanto riportato dai giornali americani il cantante avrebbe ingerito un'alta quantità di pillole che avrebbero potuto portare al decesso. Si attendono però, ancora i risultati dell'autopsia e delle analisi tossicologiche.