Emanuele Spedicato, chitarrista dei Negramaro, ricoverato questa mattina nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Vito Fazzi di Lecce a causa di un'emorragia cerebrale resta in prognosi riservata come annunciato in una nota stampa appena emessa: "Emanuele Spedicato, chitarrista dei Negramaro, è ricoverato nella Rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce – si legge nel bollettino medico -. Il paziente è giunto in Pronto Soccorso questa mattina, trasportato da un’ambulanza del 118, dopo aver accusato un malore. I medici lo hanno immediatamente sottoposto ad una serie di esami diagnostici e, successivamente, ne hanno disposto il ricovero nel reparto di Rianimazione, dove è costantemente monitorato. Il quadro clinico presentato dal paziente non permette di sciogliere la prognosi, che resta riservata".

Cosa è successo a Lele

Il chitarrista si era sentito male questa mattina mentre si trovava nella sua casa e stando a quanto riferito dai sanitari e riportato dall'Ansa è stata la moglie Clio ad averlo trovato privo di sensi vicino alla piscina. Pare che Lele, come lo conoscono i fan, si sia svegliato avvertendo un forte mal di testa, prima di perdere nuovamente conoscenza. La moglie ha chiamato subito i medici che lo hanno trasportato d'urgenza al pronto soccorso del Vito Fazzi e "gli esami radiologici a cui è stato sottoposto hanno evidenziato un'emorragia cerebrale in atto" come riportava l'agenzia e come si legge nel bollettino adesso è costantemente monitorato.

Le prime parole della band

I Negramaro sono intervenuti su Twitter chiedendo ai fan di pensare forte al loro musicista: "Pensate forte forte al nostro Lele! Fortissimo" si legge sulla loro pagina in un messaggio postato poco prima dell'arrivo del bollettino medico. Sono tantissimi, poi, i fan che sono intervenuti sia sotto quel messaggio che sulla loro pagina Facebook per inviare parole di vicinanza a Lele e alla band tutta.

Le reazioni dei colleghi e degli amici

Sono tanti anche i colleghi e gli amici del musicista che sono intervenuti su Twitter per esprimere la propria vicinanza: Jovanotti, Alessandra Amoroso, Ermal Meta, Renzo Rubino sono tra quelli ad aver lanciato un messaggio per Lele, accomunati da "Ti aspettiamo" che li unisce tutti.