Emanuele Spedicato, il chitarrista dei Negramaro, è attualmente in rianimazione a Lecce presso l'Ospedale "Vito Fazzi". L'ultimo bollettino medico ufficializza le voci di questa mattina, il componente dei Negramaro ha passato una notte tranquilla e le sue condizioni restano stazionarie. La prognosi resta riservata.

Il nuovo bollettino medico su Lele Spedicato

Il bollettino medico conferma che Emanuele Spedicato ha trascorso una notte tranquilla: "Il personale sanitario della Rianimazione dell’Ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sta seguendo costantemente l’evolversi del quadro clinico, con l’ausilio di strumenti diagnostici che consentono una puntuale e approfondita valutazione. Le condizioni di salute del paziente sono attualmente stazionarie e i parametri vitali risultano buoni.  La prognosi, in ogni caso, resta riservata."

Il ricovero dopo un malore in piscina

Il chitarrista dei Negramaro è stato ricoverato in ospedale dopo aver accusato un malore, mentre si trovava a bordo piscina insieme alla moglie Clio Evans che "lo ha trovato nei pressi della piscina privo si sensi, una volta sveglio avrebbe avvertito un forte mal di testa perdendo poi conoscenza" come ha riportato nella giornata di ieri l'Ansa. Successivamente, stando a quanto riportato dal Quotidiano di Puglia, Spedicato sarebbe stato trasportato in codice rosso al Fazzi di Lecce. È stata la stessa Clio a chiamare i soccorsi dopo averlo visto a terra. Le dinamiche sarebbero state le seguenti: Spedicato sarebbe caduto due volte, battendo la testa. La coppia si è sposata il 16 ottobre 2017, tra pochi mesi Spedicato diventerà papà per la prima volta. I fan della band pugliese restano in attesa di buone notizie, così come la grande famiglia di amici e di artisti che è da sempre legata ai Negramaro.