video suggerito
video suggerito
X Factor 2023

Le pagelle del primo Live di X Factor 2022: I Santi Francesi sono il pericolo numero uno

La rivoluzione de I Santi Francesi e la conferma di Linda Riverditi: serve altro per questo X Factor 2022? Sì. Qui le pagelle del primo Live.
A cura di Vincenzo Nasto
16 CONDIVISIONI
I Santi Francesi 2022, foto di XFactor.sky.it
I Santi Francesi 2022, foto di XFactor.sky.it
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Guardateli bene in foto, perché questo duo molto probabilmente diventerà qualcosa: ancora indefinibili per la direzione musicale che prenderanno da qui in poi a X Factor 2022, i Santi Francesi sono sicuramente uno dei motori del programma in questo momento. Dopo essersi messi in mostra ai BootCamp e alle Last Call, il duo composto da Alessandro De Santis e Maria Lorenzo Francese, ha fatto faville anche ai live, mostrando una maturità da definire, nel "coverizzare" un brano complicato come "Standing In The Way Of Control" dei Gossip. Ma a vederli così, sembrano neanche facciano così tanta fatica su un palcoscenico, fisico e virtuale, così ampio: uno dei motivi potrebbe essere stata la partecipazione in passato a un altro talent show. Infatti, i Santi Francesi avevano partecipato ad Amici nel 2017, con lo pseudonimo The Jab, e con la presenza del terzo componente Davide Buono. Un'esperienza tutt'altro che indimenticabile, ma che ha aperto loro la possibilità di crescere, anche e soprattutto nelle esibizioni live.

Le pagelle del primo Live di X Factor 2022

Ma non è stata solo la serata de I Santi Francesi: purtroppo è anche stato il momento di dire addio all'affetto tra i giudici, e l'inizio di strategie per cui è saltato un concorrente che avrebbe potuto dire la propria nelle puntate successive. Stiamo parlando dell'eliminato della settimana Matteo Siffredi, una delle anime bianche del programma: si presenta sul palco, indirizzato da Ambra Angiolini, con il brano "Ancora ancora ancora" di Mina. Qui le pagelle del primo Live di X Factor 2022.

Matteo Siffredi voto 5,5: Partiamo proprio dal primo escluso alla corsa finale del programma. La sua apparizione, sia ai BootCamp che alle Last Call, non aveva convinto del tutto: il suo "Lovely" della scorsa settimana aveva emozionato più per la connessione empatica con il pubblico che per l'aspetto canoro. Cerca una zona di riparo dal pericolo con "Ancora ancora ancora" di Mina, ma sono troppe le emozioni da processare e distribuire al pubblico. Si ferma lì, sull'uscio della porta, con il pubblico in attesa dell'esplosione. Non avverrà, una delle cause del suo addio al talent show.

Tropea voto 7,5: Sono, ancora una volta, la conferma della squadra di Ambra Angiolini: la scelta di portare Vasco Rossi sul palco e il tesoro nascosto "Asilo Republic", li premia. Siamo fuori dagli anni '80, anche se le cover di artisti contemporanei ci ricordano che l'effetto nostalgia vende ancora più dischi dei negozietti all'angolo: sono moderni nell'esibizione, ma anche intelligenti a rapire e tradurre l'anima "provocatoria" di Vasco. What Else?

Lucrezia Fioritti voto 6: Arriva al ballottaggio dopo una scelta sbagliata di Ambra Angiolini rispetto al suo brano di presentazione: quante volte dovremmo vedere ancora la cover di "Can't Take My Eyes off You", riciclato in qualsiasi universo musicale? Stava per pagare una prestazione vicino alla sufficienza di Matteo Siffredi nel ballottaggio che la salva, segnale che qualcosa non stia andando nella giusta direzione. Urge intervento ideologico, un passo indietro rispetto a "Fiore mio" di Andrea Laszlo De Simone della scorsa settimana.

Beatrice Quinta voto 6 (con riserva): Tra le migliori performer di questa edizione di X Factor, vive una settimana di squilibrio in cui è completamente afona e lo si potrebbe utilizzare come moneta di scambio con il pubblico. Non lo fa, questo anche grazie al suo capitano Dargen D'Amico e si presenta al primo live con un'esibizione frizzante (anche dal punto di vista meme) di "Believe" di Cher. Ancora tanti dubbi su di lei, ma come diceva Alda Merini: "Ogni alba ha i suoi dubbi".

Matteo Orsi voto 5,5: Con Siffredi condivide il nome e anche la difficoltà avuta questa settimana con il suo brano: fortunatamente non l'eliminazione, anche se è questione di fortuna questa volta. Ciò che aveva sorpreso la scorsa volta, "En e Xanax" di Samuele Bersani, la scelta di un brano così difficile da interpretare, non ha pagato. La magia che Niccolò Contessa ha regalato a "Il posto più freddo" non traspare minimamente. Forse è ancora troppo impacciato sul palco, ma è ancora troppo presto per appendere manifesti ai muri.

Disco Club Paradiso voto 6: Per quanto non faccia impazzire una versione maracaibo di "Stand by me" di Ben.E.King, bisogna riconoscere una loro qualità ineluttabile: la presenza scenica. Il modo in cui coinvolgono il palco e il pubblico in uno stato osmotico di emozioni, ci riporta alla domanda, fatta già nelle prime battute: si balla per loro o per la loro musica? La lancetta per adesso si ferma ancora alla prima opzione, ma sottovalutare l'aspetto live sarebbe una grave offesa nei loro confronti e in quelli del programma.

I Santi Francesi voto 8: Per comprendere l'aspetto "I Santi Francesi" nel talent X Factor 2022, bisogna porsi con una visione olistica nei loro confronti. "Standing In The Way Of Control" dei Gossip sarà il brano peggiore da "coverizzare"? Sì. Ma c'è sempre quel ma: alla fine della loro esibizione potrebbero già essere pagati, con un cachet vero, pronti a partire per la prossima data del tour. L'aspetto "born ready" non deve influenzare poi la visione sulla scelta di Rkomi, che, maestro di passeggiate fuori dalla zona di comfort, lì mette nei guai per mostrarne la bellezza. Il risultato è scritto, firmato e controfirmato.

Giorgia Turcato, adesso Joelle, voto 6: Rispetto alla scorsa settimana, sembra farsi mangiare dall'emozione quando sale sul palco per la sua interpretazione di "I’m With You" di Avril Lavigne. Eppure c'è quella flebile speranza che Joelle sia qualcosa in più, che ci sia un diamante o almeno un metallo prezioso, sotto quella nube di presenza scenica da playlist Spotify. Il suono è ancora una volta sacrificato, e forse non riusciamo a carpirne aspetti maggiormente positivi, perché all'interno di un roster con I Santi Francesi e Jacopo Rossetto.

Jacopo Rossetto, adesso Iako, voto 6,5: Rimane, tuttora, uno dei progetti più interessanti dell'edizione 2022 di X Factor: ma questa volta cicca. Si presenta con "Un’estate fa" di Franco Califano, anima difficile da interpretare e lui sembra rimanere ancorato a una visione pulita del racconto, non riuscendo a restituire la distanza fonetica tra strofa e ritornello. Afferma di esser stato aiutato da Rkomi nell'uscire dalla sua comfort zone vocale, e forse questo può essere uno degli elementi più interessanti nel suo futuro.

Gli Omini voto 7: Pa-pa-pa-raculi. Ma Br-br-br-avi. Gli Omini sono alla ricerca dell'immaginario Maneskin, ma di quello post-Eurovision vinto e post-brano con Iggy. Un universo rock che strizza l'occhio all'Inghilterra, ma anche agli Stati Uniti con la scelta dei Ramones e della loro più famosa "Blitzkrieg Bop". Al pubblico piace perché l'interpretazione è ottima, anche se non si inventano niente, e forse la scelta di non farli camminare sulla sabbia ardente, almeno nelle prime settimane dei Live, può essere la strategia giusta. Ah ho usato la parola strategia: ma stiamo parlando del team Fedez?

Gaia Eleonora Cipollaro, adesso Dada, voto 7: La voglia di osservare cosa si è inventato per il prossimo mash-up Dada, raddoppia ogni settimana: un feticismo? Può darsi, ma l'aspetto originalità, al contrario degli Omini, è ciò che contraddistingue la cantante napoletana classe 1995. Questa settimana serve un secondo di pesce, coinvolgendo "Caravan Petrol" di Renato Carosone e "Pua" dei Dengue Dengue Dengue, 60 anni di distanza tra i brani in cui Dada riesce a esprimere tutto ciò che serve: ironia e consapevolezza.

Linda Riverditi voto 8: Lo si dice dall'inizio, ma ogni settimana Linda Riverditi cammina con migliaia di occhi riversati sulla sua bocca e la sua voce. Il pubblico non riesce a non catalizzare l'attenzione verso questa cantante di Alba, provincia di Cuneo, che è arrivata con "Coraline", apprezzata anche da Damiano David: oggi riesce a interpretare in maniera completamente distante dall'originale "Escluso il cane" di Rino Gaetano, lasciando il pubblico sulla sua scia emotiva, risultando reale, sincera. Ha tutti i connotati giusti per vincere questa edizione, ma come disse Trapattoni: "Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco".

Francesca Michielin, quota special, voto 8: In un format, che per stessa ammissione del suo creator Simon Cowell, è ai minimi storici, Francesca Michielin è riuscita a far risorgere l'interesse per la conduzione del programma, dopo l'addio storico di Ale Cattelan e la parentesi Ludovico Tersigni dello scorso anno. Momento amarcord quando ricorda i 10 anni dal suo debutto su quel palco con un medley.

16 CONDIVISIONI
99 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views