29 settembre è il titolo della prima di una lunga serie di canzoni firmate dal duo formato da Lucio Battisti e Mogol. E proprio a partire dal 29 settembre saranno resi disponibili sulle piattaforme di streaming musicale alcuni tra i brani nati dalla collaborazione tra i due artisti. Non tutti: i fruitori di musica in streaming, utilizzatori principalmente giovani, avranno la possibilità di ascoltare i brani dei primi dodici album realizzati dal paroliere e dal cantautore. Ad annunciarlo è la casa discografica Sony Music che in una nota ufficializza la decisione dell’Editore Acqua Azzurra di tornare a conferire mandato a SIAE.

Esclusi i brani firmati da Battisti e Panella

La nota fa sapere che lo sbarco delle canzoni di Lucio Battisti sulle piattaforme di streaming musicale non coinvolgerà i brani firmati con il paroliere Pasquale Panella: “Ci duole precisare che il repertorio discografico relativo al periodo della collaborazione di Battisti con Panella risulta ancora non disponibile poiché l’Editore Aquilone non ha  ancora deciso di tornare a conferire mandati per l’amministrazione delle relative opere sulle piattaforme online”.

Sulle piattaforme digitali a partire da mezzanotte

Nel comunicato, l’Ufficio Stampa progetti Lucio Battisti per Sony Music conclude: “È un giorno importante per tutti i fruitori di musica sulle piattaforme digitali, soprattutto in riferimento ai più giovani che, dalla mezzanotte di oggi, potranno finalmente ascoltare gli innumerevoli successi creati da Lucio Battisti e Mogol, il più grande binomio artistico della musica italiana di sempre!”. L’annuncio era atteso da anni dai fan di Battisti. Era stata la vedova dell’artista, Grazia Letizia Veronesi, a revocare il mandato alla SIAE quasi 10 anni fa per affidarlo al figlio Luca che vive a Londra.