Donatella Rettore (via Instagram)
in foto: Donatella Rettore (via Instagram)

Si torna al 1979, quando la cantante Donatella Rettore, dopo non aver attecchito al Festival di Sanremo 1974 con "Capelli sciolti" e nel 1977 con "Carmela", presenta in quell'anno "Splendido Splendente", un singolo che le aprirà le porte della grande musica italiana. Registrato in formato 45 giri con il brano "Salvami", scritto a quattro mani con Claudio Rego, "Splendido Splendente" è una denuncia ironica della cantante verso l'aumento di popolarità sociale in quegli anni della chirurgia estetica.

Il significato di Splendido Splendente

A ridosso degli anni '80, Donatella Rettore dopo non aver sfondato nelle sue prime due partecipazioni al Festival di Sanremo, pubblica il singolo "Splendido Splendente". Un brano che grazie al ritmo trascinante, realizzato anche da musicisti come Tullio de Piscopo e Pinuccio Pirazzoli, contribuisce all'esplosione mediatica della cantante. Il testo si concentra sul tema dell'estetica e sulla crescente moda della chirurgia estetica, diventata quasi la normalità in una società che dell'aspetto estetico ne fa uno dei valori centrali. Donatella Rettore critica anche la facilità con cui ogni persona può ricorrere alla chirurgia, qualcosa che ritroviamo nella strofa: "Anestetico d'effetto e avrai una faccia nuova, grazie a un bisturi perfetto. Invitante, tagliente, splendido splendente". Oltre alla facilità d'accesso, la cantante gioca anche sulla vanità dei personaggi che ricorrono a questi trucchi per far sì che la loro pelle non subisca i segni del tempo: "Come sono si vedrà, uomo o donna senza età, senza sesso crescerà, per la vita, una splendente vanità".

Il testo di Splendido Splendente

Splendido splendente
L'ha scritto anche il giornale
Io ci credo ciecamente

Anestetico d'effetto
E avrai una faccia nuova
Grazie a un bisturi perfetto

Invitante, tagliente
Splendido splendente

Pa ra pa pa pa ra
Pa ra ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa ra

Splendido splendente
Costa poco e finalmente
Io sorrido eternamente

Amo un camice innocente
Si avvicina sorridente
È padrone e già si sente

Perdo i sensi lentamente
Come tra le braccia di un amante
Splendido splendente

Pa ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa pa ra
Pa ra pa
Pa ra pa

Sono splendida splendente
Io mi amo finalmente
Ho una pelle trasparente
Come un uovo di serpente

Come sono si vedrà
Uomo o donna senza età
Senza sesso crescerà
Per la vita una splendente vanità

Splendido splendente
Come sono affascinante
Faccio cerchi con la mente

Mi distinguo fra la gente
Tutto relativamente
Grazie a un bisturi tagliente

Invitante, splendente
Splendido splendente

Pa ra pa pa pa ra
Pa ra ra pa pa pa ra
Pa ra pa
Pa ra pa

Sono splendida splendente
Io mi amo finalmente
Ho una pelle trasparente
Come un uovo di serpente

Come sono si vedrà
Uomo o donna senza età
Senza sesso crescerà
Per la vita una splendente vanità

Splendido splendente
Come sono affascinante
Faccio cerchi con la mente

Mi distinguo fra la gente
Tutto relativamente
Grazie a un bisturi tagliente

Invitante, splendente
Splendido splendente

Pa ra pa pa pa ra
Pa ra ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa ra
Pa ra ra pa pa pa ra
Pa ra pa pa pa ra