Continua la saga di "Cash", il film che Francesco Kekko Silevstre, cantante dei Modà, aveva scritto e di cui aveva parlato sui suoi social nei mesi scorsi, aggiornando passo passo la possibilità di realizzarlo. Il cantante, infatti, aveva prima espresso il desiderio di poter realizzare il film, poi pian piano ha dovuto rinunciare per problemi economici nonostante avesse già avuto dei sì di massima anche da alcuni attori, come aveva comunicato in un post in cui esprimeva la sua delusione soprattutto per le difficoltà di trovare soldi e soprattutto per non aver potuto assicurare un contratto di distribuzione, ma adesso pare che "Cash" si farà, anche se non sarà più un film. Ad annunciarlo è stato lo stesso Kekko sulla pagina ufficiale dei Modà: "Ciao romantici, è passato un bel po’ di tempo dall’ultimo post e questo perché sono successe davvero un sacco di cose… Preferisco risparmiarvi le vicende meno belle, quindi vi racconterò solo l’episodio che mi ha riempito di entusiasmo e mi ha permesso di godere di una nuova e stimolante avventura." ha scritto il cantante.

Pare che Alberto Rollo, uno dei personaggi storici della Letteratura italiana, Direttore letterario di Feltrinelli per anni e poi a capo di Baldini + Castoldi, prima di passare a collaborare, all'inizio del 2018, con la Mondadori per la Narrativa, abbia avuto tra le mani la sceneggiatura e abbia chiesto al cantante di lavorarci per un libro, come racconta Kekko: "Verso fine marzo sono stato contattato da un signore chiamato Alberto Rollo.La sceneggiatura di Cash era finita tra le sue mani per non so quale segno del destino… Insomma ci siamo sentiti e mi ha convinto che nella mia storia c’era un romanzo, un racconto, e c’era un bellissimo personaggio…e così ho cominciato a scrivere… Sapevo benissimo quanto questa cosa sarebbe stata difficile per me, ma gli piacque così tanto che riuscì a convincermi a lavorare sulla scrittura. Compito arduo per chi non lo ha mai fatto".

Kekko, quindi, racconta come  la speranza di poter realizzare il progetto "Cash" non fosse mai svanito e che la firma con Mondadori è stato il suggello a una speranza che diventerà realtà: "Mi sono fidato, mi ci sono buttato con la testa fino in fondo e pian piano ho visto quel sogno abbandonato a fine Novembre riprendere forma…in fondo non avevo mai perso la speranza, in cuor mio sapevo che in qualche modo Cash avrebbe visto la luce…solo che non pensavo così presto e sopratutto non immaginavo che a darmi questa grande opportunità fosse la Mondadori… Ieri ho firmato il mio primo contratto come scrittore, ancora non riesco a crederci, e oggi più che mai non vedo l’ora di farvi leggere finalmente la storia di Cash…uscirà la seconda settimana di Ottobre e anche se c’è ancora molto da fare sono carichissimo… Mi scuso ancora per la mia assenza, ma un giorno vi racconterò un po’ di cose in più, chissà, magari attraverso un altro libro… Per ora vi abbraccio più forte che posso e vi auguro il meglio".