Terzo nella classifica FIMI dei singoli più ascoltati, "Karaoke", il singolo estivo dei Boomdabash e di Alessandra Amoroso è da due mesi, però, in testa alle scelte radiofoniche italiane. L'estate, si sa, è tempo di tormentoni, quei pezzi leggeri e uptempo che da anni ormai accompagnano l'estate degli italiani (e non solo). pezzi che parlano di spiagge, viaggi, amori e che hanno come scopo principale quello di far ballare e non pensare granché. testi semplici e melodie catchy, che spesso prendono spunto da mondo latino e caraibico, in grado di entrare in testa dopo pochi ascolti. E complice di questo martellamento sono anche le radio (e le playlist delle piattaforme streaming) che d'estate praticamente mettono in continuazione una serie di pezzi da cui è molto difficile sfuggire.

Il successo numerico di Karaoke

"Karaoke" è la hit estiva di quest'anno dei Boomdabash e di Alessandra Amoroso che sono tornati insieme a un anno di distanza da "Mambo salentino" che aveva conquistato l'estate 2019. La canzone, prodotta da Takagi e Ketra (quest'ultimo è anche membro della band), ha confermato il gruppo come uno di quelli in grado di cogliere il mood estivo meglio di altri e ha chiesto alla cantante pugliese di accompagnarli di nuovo in questa avventura che pure gli ha dato non poche soddisfazioni. La canzone, infatti,. è stata certificata doppio disco di platino, e vanta numeri impressionanti con oltre 37 milioni di stream su Spotify e 63 milioni di visualizzazioni per il video (a cui se ne aggiungono una quindicina per il lyric video).

In testa alle radio

Ma sono le radio che l'hanno spinta non poco, come ricorda anche un comunicato della band che sottolinea proprio come siano due mesi che la canzone è in testa alla classifica EarOne, quella, cioè, che ogni settimana certifica quali siano i pezzi più trasmessi da alcune delle principali emittenti italiane. Dopo il podio della settimana precedente, la canzone è volata in testa nella settimana del 3 luglio del 2020 e da quel momento non ha più lasciato quella posizione, come chiunque può aver compreso accendendo la radio nel frattempo.