Iva Zanicchi ha subito un furto e lo ha denunciato via Facebook. L’artista ha registrato un appello poi reso noto attraverso i social. Chiede di essere aiutata a ritrovare quanto perduto: la Palma d’oro vinta a Sanremo 50 anni fa. L’oggetto non ha un valore economico importante, ma per lei rappresenta un cimelio irrinunciabile. Da qui la sua richiesta d’aiuto.

L’appello di Iva Zanicchi

In un video, la Zanicchi ha denunciato: “Mi è successa una cosa molto sgradevole, cari amici, ed è una cosa che mi fa star male. Mi hanno rubato il premio vinto a Sanremo con Zingara. Pensate che tra pochi giorni inizia il Festival di Sanremo, ed io 50 anni fa vincevo con Zingara. Mi hanno rubato la Palma d’oro . Il valore in sé è nullo, ma per me ha un valore sentimentale grandissimo. Fate girare questo filmato, ve ne prego. Io vorrei ritornare in possesso di questo premio, perché per me sentimentalmente ha un grandissimo valore”.

Decine di utenti condividono il suo appello

Sono stati tantissimi gli utenti che hanno condiviso il suo appello. A poche ore dall’inizio di Sanremo 2019, con la febbre da Festival già salita alle stelle, la richiesta della Zanicchi acquista un senso pieno: chi ama Sanremo sa bene quale valore possa essere attribuito al massimo riconoscimento previsto dalla gara. La Palma d’oro è il premio che viene assegnato al vincitore assoluto del Festival, l’artista la cui canzone, unita alla performance sul palco, risulta essere in grado di convincere giuria e pubblico a casa. La Zanicchi riuscì nell’impresa nel 1969 con “Zingara”, la canzone con la quale ancora oggi viene principalmente ricordata. È per questo motivo che la Palma d’oro acquista un senso fondamentale. Per il momento, il cimelio rubato alla Zanicchi, non si sa ancora bene in quali circostanze, non è stato ancora ritrovato.