Tra star mondiali non sempre i panni si lavano in casa e pare che anche Beyoncé, sempre restìa a rilasciare interviste e a svelare troppo della propria vita privata, abbia scelto di parlare del proprio matrimonio in ‘Lemonade‘, il suo ultimo album uscito venerdì scorso all'improvviso in streaming esclusivo su Tidal, dopo un'antepirma video su HBO. Se ne discute da subito, da quando è partita la prima nota e il primo verso di ‘Pray You Catch Me', pezzo che dà il la a un album che in molti hanno definito come il suo lavoro più politico (la CNN l'ha definita ‘La nuova divinità politica') e che usa se stessa proprio per affermare l'indipendenza e la forza della donna (nera). Ma è inutile girarci attorno, anche se Beyoncé non si è ancora espressa sull'argomento, a leggerne i testi, ‘Lemonade‘ è anche una resa dei conti con il marito Jay Z, che esce con le ossa rotte dai 45 minuti complessivi di un album che comincia così: ‘Puoi assaggiare la disonestà, è in tutto il tuo fiato anche se ti fai passare come un cavaliere (…) Nient'altro mi ha ferito di più come il sorriso sul tuo volto'.

Dalla lite tra Solange e Jay Z a Lemonade

In molti, quindi, hanno cominciato a unire i tasselli di una delle coppie più chiacchierate e potenti al mondo, che alcune voci danno in crisi da tempo e che lo scorso anno fu protagonista di una lite in ascensore che fece il giro del mondo: la sorella di Beyoncé Solange, infatti, picchiò Jay Z davanti alla sorella immobile. Si parlò di un torto fatto dal rapper alla moglie e oggi quella voce pare ancora più forte. Beyoncé prende la propria storia e la rende simbolica, canta di non aver bisogno dei soldi del marito, gli chiede se crede che tutte le donne che lo vogliono lo facciano perché è bello o perché ha una moglie come lei e un sacco di soldi.

I testi simbolici di alcune canzoni

In ‘Hold up‘ canta: ‘Cosa è peggio, sembrare pazzi e gelosi o essere calpestati? Preferisco passare per pazza', in ‘Don't Hurt Yourself‘ dice: ‘Questo è l'ultimo avviso, sai che ti ho dato la vita, se fai un'altra cazzata ancora perderai tua moglie', in ‘Sorry‘, invece: ‘Oggi mi pento di aver messo quell'anello' sottolineando spesso come sia una donna indipendente (Beyoncé non è legata in alcun modo alla Roc Nation, etichetta e management del marito). ‘Sandcastels‘ comincia così: ‘Abbiamo costruito castelli di sabbia che si sono dissolti, ti ho fatto piangere quando sono andata via', in ‘Daddy Lessons‘, la cantante, influenzata da sonorità bluegrass, parla del padre, Matthew Knowles, e di come le dicesse di fare attenzione ‘agli uomini come te'. Ci vogliono James Blake e ‘Forward‘ per dare una svolta, far vedere una luce nella coppia: ‘Ti amo più di questo lavoro' dice la cantante. ‘Freedom‘ è un inno dedicato alla libertà e alle donne, cantato assieme al rapper Kendrick Lamar. ‘All Night‘ chiude il cerchio, anzi, il viaggio in questa relazione, lasciando le porte aperte e la famosa seconda possibilità, prima del singolo ‘Formation‘ che rientra nelle canzoni sociali:

Ho trovato la verità dietro alle tue bugie e il vero amore non deve mai nascondersi – canta in All Night' -. Ho barattato le tue ali rotte con le mie, ho visto le tue cicatrici e le ho baciate (…). Ti do del tempo per provare che posso ancora avere fiducia in te'

Il rapporto tra Beyoncé e Jay Z e l'esclusiva su Tidal

Se è vera la lettura biografica di ‘Lemonade', quindi, Beyoncé ha portato la propria relazione al centro della scena, prendendosene la responsabilità e spogliando il gossip del proprio potere: ‘La storia è questa – pare dire -, ora la conoscete e ne conoscete genesi e finale'. Non c'è più nulla da sapere, almeno per ora. Eppure qualcuno si è chiesto quanto questo viaggio sia reale e quanto ci sia, invece, di artefatto. Se è vero che Beyoncé non è legata all'azienda del marito, però ‘Lemonade' è uscito in esclusiva per il servizio di streaming fondato proprio da Jaz Z in un accordo che commercialmente aiuta tutti, ma soprattutto Tidal che è tornata sotto i riflettori anche più dell'uscita di ‘Life of Pablo' di Kanye West e che, come scrive Billboard, ha nelle esclusiva la sua sola arma per combattere aziende più radicate come Spotify.

Il messaggio di ‘Lemonade'

Operazione o meno, resta la forza dei messaggi lanciati dalla Queen Bey che ambisce sempre più a rafforzare il suo essere un punto di riferimento per un'intera generazione.