18 Marzo 2022
11:31

Quello che fa male di LDA, testo e significato della canzone già Disco di Platino

LDA, nome d’arte di Luca D’Alessio, è tra gli artisti ammessi al serale di Amici 21, anche grazie al successo dell’inedito “Quello che fa male”.
A cura di Vincenzo Nasto

LDA sarà uno dei concorrenti al serale di Amici 21. Non una novità vedendo il percorso compiuto da Luca D'Alessio, tra i protagonisti dei primi mesi del talent di Canale 5. Infatti il suo inedito "Quello che fa male" è stato il primo a essere certificato come disco d'oro, e poi anche disco di platino, battendo anche il record di velocità segnato da Sangiovanni nella scorsa edizione. Il brano, scritto LDA e Alessandro Caiazza e prodotto da Davide Simonetta alias d. whale, è attualmente nella Top 100 singoli della Fimi da 21 settimane, ricoprendo attualmente la 60° posizione. Il brano, che esalta la voce e le melodie del giovane cantante classe 2003, strizza l'occhio all'indie rap a cui ci hanno abituato negli ultimi anni personaggi come Carl Brave e Franco 126: con questa energia dovrà togliersi di dosso la pesante eredità del padre Gigi D'Alessio, cercando una sua identità in questa nuova avventura.

Il significato di Quello che fa male

Tra i brani presentati alle audizioni della nuova edizione di Amici, sicuramente spicca per le linee melodiche e per l'orecchiabilità il singolo "Quello che fa male" di LDA, nome d'arte di Luca D'Alessio. Un singolo in grado di raccogliere, oltre all'approvazione della giuria con Rudy Zerbi sugli scudi pronto a difenderlo dalle accuse di plagio dell'insegnante Anna Pettinelli, anche l'energia del pubblico che si è lasciata trasportare dalla ballad del giovane cantante napoletano. Un brano romantico, che calca le orme indie rap degli ultimi anni, ma lo fa con la spensieratezza di un cantante già abituato a calcare palcoscenici importanti, pronto a misurarsi con sfide musicali di livello. Il racconto dualistico tra amore e dolore cerca in tutto il brano il suo punto di equilibrio per esplorare una storia in cui si cerca di annullare la distanza, la paura di essere feriti, come LDA canta nel ritornello: "È perché amiamo quello che fa male, ciò che fa bene lo lasciamo andare, e che il mio pianto sembra un temporale, prometto che io lo terrò lontano".

Il testo di Quello che fa male, la canzone di LDA

Noi che balliamo intorno a bordo di un cratere
che con te accanto tutto il mondo non si vede
gli occhi marroni son montagne senza neve
che se mi guardano poi non respiro bene da un po’
io mi guardo allo specchio
e vedo nel riflesso
qualcosa di diverso
non ci sei più accanto

È perché amiamo quello che fa male
ciò che fa bene lo lasciamo andare
e che il mio pianto sembra un temporale
prometto che io lo terrò lontano

Ti prego amore non devi cambiare
le tue carezze fanno bene al cuore
mi togli il fiato e non mi fai parlare
io ti amo da morire ma tu non lo sai

Il disordine è un mare di desideri
di quelli ma tu ancora non mi credi
entri nei miei sogni e dai dimmi che cosa vedi
due cuore spezzati se uniti si fanno interi
ogni bacio che
mi dai la vita si allunga di un giorno
e sei per me il vento che fa respirare il mondo
e perché amiamo quello che fa male
ciò che fa bene lo lasciamo andare
è che il mio pianto sembra un temporale
prometto che io lo terrò lontano

Ti prego amore non devi cambiare
le tue carezze fanno bene al cuore
mi togli il fiato e non mi fai parlare
io ti amo da morire ma tu non lo sai

Perché amiamo quello che fa male
ciò che fa bene lo lasciamo andare
è il mio pianto sembra un temporale
prometto che io lo terrò lontano
ti amo e non lo sai

LDA meglio pure di Sangiovanni ad Amici:
LDA meglio pure di Sangiovanni ad Amici: "Quello che fa male" è disco di platino in quattro mesi
Il testo e il significato di Insuperabile, la canzone di Rkomi a Sanremo 2022
Il testo e il significato di Insuperabile, la canzone di Rkomi a Sanremo 2022
Il testo e significato di Sei tu, la canzone di Fabrizio Moro a Sanremo 2022
Il testo e significato di Sei tu, la canzone di Fabrizio Moro a Sanremo 2022
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni