Ligabue (ph Ray Tarantino)
in foto: Ligabue (ph Ray Tarantino)

Chitarre in primo piano, poi entra la batteria e dà il via a questo secondo singolo che Ligabue ha scelto per far parlare il suo ultimo album "Start", il dodicesimo di una carriera cominciata nel 1990 e durata 30 anni, sempre sulla cresta dell'onda, con un rock che guarda da sempre all'America, nel suono, nei temi e anche nei titoli degli album. Quest'ultimo ha un nome in inglese, appunto, che rappresenta, ha spiegato il cantante la voglia di raccontare un nuovo inizio.

Il significato di Start

Un nuovo inizio che prosegue, però, nel solco del Ligabue che i fan hanno imparato ad amare nel tempo, come ha spiegato a Fanpage: "È un album che rappresenta la sensazione di un nuovo inizio e anche un po' un richiamo a quando ho avuto veramente il mio vero inizio. L'energia che sento in questo album credo sia in comune con i primissimi album che ho fatto" ha spiegato. L'inizio fu con "Luci d'America" che dava un po' l'idea anche delle sue ispirazioni, di quell'America lontana e che la cui Cultura lo ha formato fin da ragazzo, mentre come secondo singolo ha scelto, invece, una delle canzoni che parlano di donne.

Come nasce Certe donne brillano

A fare da contraltare a "Mai dire mai" che ha spiegato essere "una canzone d'amore in cui mi sento grato di avere al mio fianco la persona che ho di fianco a me e c'è il racconto dei passaggi che ci hanno fatto capire che il nostro rapporto poteva essere speciale" c'è "Certe donne brillano" che è, invece, "il racconto della galleria delle donne che più mi sono rimaste nel cuore, nel tempo, anche quelle che mi hanno fatto soffrire e proprio per quello sono quelle che brillano di più nella mia memoria, nei miei ricordi, con molta gioiosità, però". "Certe donne brillano Certe donne bastano Certe donne chiamano di notte Che ti piaccia oppure no" canta nel ritornello un Ligabue che ricorda alcune delle donne che lo hanno accompagnato nella vita, quella che ride quando viene, quella "che mi tenevi in tasca scegliendola tu la dose d'aria fresca" e  quella che "ti aspettavi troppo, in cambio però c'hai messo sempre tutto".

Il video di certe donne brillano

Dal brano è stato tratto anche un video diretto da Marco Salom e Giorgio Testi e girato all’Italghisa di Reggio Emilia: "È la giornata della festa della donna. Un piccolo rock club, il CDB, è popolato di tante donne in attesa dell’esibizione di una giovane rock band al femminile. Il concerto delle “The Trats”, come indica il manifesto proiettato sulla facciata del club, prevede l’arrivo a sorpresa di una specialissima quanto inaspettata special guest. L’energia nella sala, in un’atmosfera decisamente rock e live esploderà in un entusiasmante crescendo che coinvolgerà e contagerà ogni donna presente in sala e nel backstage".