La 70esima edizione del Festival di Sanremo vede tra i 24 cantanti in gara uno degli interpreti più noti della musica pop italiana di questi ultimi anni, ovvero Rapahel Gualazzi. L'artista si presenta con un pezzo dal titolo "Carioca" di cui ha curato anche la musica e il testo. Ecco il testo e il significato di "Carioca", la canzone di Raphael Gualazzi nella categoria Big.

Di cosa parla Carioca: la spiegazione del significato

Raphael Gualazzi ritorna sulla scena sanremese con un nuovo singolo, "Carioca", con il quale racconta la storia di un uomo, affranto per un amore finito, che viene colto da un incontro improvviso e sorprendente, che quasi sembra mettere in discussione la sua sofferenza. La conoscenza di una donna, dalla spiccata sensualità, da cui si sente profondamente attratto, fa svanire i tormenti e l'unico pensiero è quello di cedere alla tentazione, sorprendendosi di fronte al fratto che la vita è talmente imprevedibile da superare le sue emozioni: "Bastava un sogno Carioca puoi cancellare ogni momento in una volta sola" canta Rapahel Gualazzi. Un incentivo a lasciarsi trasportare dalle emozioni, a farsi travolgere dall'istante.

Il testo di "Carioca", la canzone di Raphael Gualazzi a Sanremo 2020

L’ultimo bacio è un apostrofo
Che mi hai lasciato
Non ci sei più e sono in un angolo
Tirando il fiato
Io che con te ho sorriso e pianto
Fino a non vedere
La nostra storia è stata un salto
E io non so cadere
Vedo
Nel buio
Luci
Di un locale a due passi da me
Nel fumo
Una voce
Mi sospira dai balla con me
Occhi scuri
E pelle carioca
Carioca
Ma chi l’avrebbe detto
Sento solo la musica
Forse sei il diavolo
Ma sembri magica
Quanto tempo ho perso
La vita quasi mi supera
Resto qui adesso
Che si spegne la città
Bastava un sogno carioca
Puoi cancellare ogni momento
In una volta sola
Meglio spazzati via dal vento
Che ogni tua parola
Ora
Vedo
Nel buio
Il tuo viso a due passi da me
Non hai
Scuse
Per tenermi lontano da te
Occhi scuri
E pelle carioca
Carioca
Che io sia maledetto
Dai non fare la stupida
Fammi un sorriso
Che la noche se ne va
Ma chi l’avrebbe detto
Sento solo la musica
Forse sei il diavolo
Ma sembri magica
Quanto tempo ho perso
La vita quasi mi supera
Resto qui adesso
Che si spegne la città
Bastava un sogno carioca
Non me ne importa di quel che pensi
Non me ne importa di quel che senti
Non mi ricordo neanche chi sei tu
Voglio sorridere dei miei sbagli
Voglio rivivere sogni immensi
Voglio una vita che non finisce più
Ma chi l’avrebbe detto (Non me ne importa di quel che pensi)
Sento solo la musica (Non me ne importa di quel che senti)
Carioca (Non mi ricordo neanche chi sei tu)
Carioca
Ma chi l’avrebbe detto (Voglio sorridere dei miei sbagli)
Sento solo la musica (Voglio rivivere sogni immensi)
Carioca (Voglio una vita che non finisce più)
Carioca
Carioca

Raphael Gualazzi a Sanremo 2020 canta "Carioca"

Raphael Gualazzi non è certamente nuovo sul palco dell'Ariston, dal momento che proprio nel 2011 vinse l'edizione di Sanremo Giovani con il singolo "Follia d'amore". Nel 2013 è di nuovo in gara a Sanremo con due brani Sai (ci basta un sogno) posizionatasi quinta in classifica e Senza ritegno. Nel 2014 partecipa nuovamente al Festival e guadagna la seconda posizione presentando il brano "Liberi o no" in collaborazione con The Bloody Beetroots. Il cantante, esponente della musica jazz-soul, ha iniziato la sua carriera nei primi Anni Duemila riscontrando sin dal principio un grande successo, merito del suo talento e dalla sua abilità come pianista, le sue musiche sono state utilizzate più volte come colonne sonore per spot pubblicitari e anche come sigla di programmi televisivi, come Che tempo che fa.