Sfera Ebbasta ha pubblicato nelle ultime ore il primo singolo del nuovo album "Famoso": "Bottiglie privè". Il brano che anticipa l'uscita dell'album il prossimo 20 novembre racconta il cambiamento degli ultimi anni dell'artista, dalla fama che lo ha travolto e di come siano cambiati alcuni rapporti personali. Un singolo che era stato anticipato nella proiezione del docu-film "Famoso", disponibile su Amazon Prime Video dal 27 ottobre.

Il significato di Bottiglie Privè

"Bottiglie privè" è il primo singolo del nuovo album di Sfera Ebbasta "Famoso", brano prodotto da Charlie Charles. La prima versione del brano è nata durante il soggiorno di Sfera Ebbasta e del suo team ad Arezzo, durante l'estate 2019, come mostrato nel docu-film girato da Pepsy Romanoff sulla vita del rapper: "Famoso – The movie" su Amazon Prime Video. Sfera Ebbasta, durante le riprese, racconta e distende nel testo tutte le emozioni vissute una volta arrivato al successo, un processo lungo e tortuoso che gli ha ispirato la canzone in maniera molto naturale. Il brano, scritto dopo aver ascoltato una sola volta il beat in sottofondo, è secondo Sfera Ebbasta "uno sfogo personale", in cui racconta la realtà di ciò che c'è dietro il palco, tra le paranoie del successo e la sicurezza della sua famiglia e del suo team.

Il testo di Bottiglie Privè

Tutto cambia nulla resta uguale
Tranne l'amore di tua madre
La gente cambia, il cash ti cambia
Più ne fai e più non ti basta
Cambia il modo in cui la guardo mentre sta con lui
Penso son troppo cambiato, forse è meglio lui
Cambio vestiti, cambio appartamento
Non ho mai cambiato quello che c'è dentro
E non lo vedi che sono sincero?
Che se son triste, piange pure il cielo?
Mai tradito un frate' per una tipa
Mai tradito una tipa che amavo davvero
Dimmi che ne sai dei momenti no
Mi hai visto sorridere sopra uno yacht
E pensi sia tutto okay, pensi sia tutto a po'
Ma non è un cazzo a po', son cambiato da un po'

Ho cambiato un'altra tipa mentre pensavo a te, eh, eh
E ho un po' cambiato vita, un po' lei ha cambiato me, eh, eh

Bottiglie e privé non valgono niente
Ho queste modelle, non sono come te
Mi guardi e mi dici: "Per me sei lo stesso di sempre"
Ma so che mi menti e non capisco perché

Solo pure in mezzo alla gente, tra bottiglie e privé
Si fanno la foto e dopo non rimane più niente, tra bottiglie e privé

E facciamo l'amore dentro l'ascensore
Ho messo le stelle come destinazione
Sì, sono un tipo di poche parole
Che le spreca per poche persone
Tu forse non te lo ricordi più
Dicevano: "Non è cool", duro un mese o poco più
Mi volevano giù, ma tu no
Ma è da un po' che non ti riconosco più

E ho cambiato un'altra tipa mentre pensavo a te, eh
E ho un po' cambiato vita, un po' lei ha cambiato me

Bottiglie e privé non valgono niente
Ho queste modelle, non sono come te
Mi guardi e mi dici: "Per me sei lo stesso di sempre"
Ma so che mi menti e non capisco perché
Bottiglie e privé non valgono niente
Ho queste modelle, non sono come te
Mi guardi e mi dici: "Per me sei lo stesso di sempre"
Ma so che mi menti e non capisco perché

Solo pure in mezzo alla gente, tra bottiglie e privé
Si fanno la foto e dopo non rimane più niente, tra bottiglie e privé

Lo spoiler di Charlie Charles in piazza Duomo a Milano

Il brano era già stato anticipato negli scorsi giorni dopo il ritorno sui social da parte di Charlie Charles, con il producer che aveva pubblicato sul proprio profilo Instagram, un video che lo ritrae suonare un pianoforte sotto il Duomo di Milano. La clip riprende alcune note dell'intro del brano, ma soprattutto le iniziale del titolo del brano incise sul libro delle partiture davanti al producer Charlie Charles. Anche nel docu-film diretto da Pepsy Romanoff troviamo molte parti della canzone, soprattutto nei minuti finali della produzione cinematografica, che fa da sfondo sonoro alle immagini del rapper in lontananza.