Il fenomeno coreano dei BTS torna con il nuovo album "Map of the Soul: 7", il quarto della band che ha rivoluzionato il K-Pop. La band formata da Jin, Suga, J-Hope, RM, Jimin, V e Jungkook è sicuramente uno dei fenomeni della musica mondiali, portando il K-Pop a un livello più alto e soprattutto in testa alle classifiche di vendita americane. Per la prima volta, infatti, grazie alla band koreana, il K-Pop è arrivato al primo posto della classifica degli album americani, portando tutto il settore a un incremento di popolarità in tutto il mondo. Il nuovo album uscirà su etichetta Big Hit Entertainment con distribuzione in Italia curate da Audioglobe il prossimo 212 febbraio 2020, facendo seguito al successo di "Map of the Soul: PERSONA".

Quattro versioni di "Map of the Soul: 7"

Il disco, stando a quanto comunica Audioglobe, uscirà "in 4 edizioni diverse dell’album, tutte con lo stesso contenuto musicale ma con differenze nei contenuti della confezione (foto, foto-card, stickers …) che saranno distribuiti random" e conterrà anche il successo "Boy With Luv" che vede anche la collaborazione della cantante pop americana Halsey che li ha portati direttamente a debuttare al Saturday Night Live. La tracklist dell'album è composta da "Intro : Persona", "Boy With Luv" (Feat. Halsey), "Make It Right", "Jamais Vu", "Dionysus", "Interlude : Shadow", "Black Swan", "Filter", "My Time", "Louder than bombs", "ON", "UGH!", "00:00 (Zero O’Clock)", "Inner Child", "Friends", "Moon", "Respect", "We are Bulletproof : the Eternal", "Outro : Ego".

Il successo negli Usa

I BTS (in coreano Bangtan Sonyeondan 방탄소년단) noti anche come Bangtan Boys, sono un vero e proprio fenomeno della musica mondiale e con il loro terzo album "Love Yourself: Tear" hanno debuttato al primo posto della Billboard 200, bissando il successo anche con "Love Yourself: Answer" primo album coreano a essere certificato Gold e primo a passare un anno intero nella Billboard 200, mentre il singolo "MIC Drop" è diventato il primo brano di un gruppo coreano certificato Platinum negli Stati Uniti. In Italia, pur essendo forte lo zoccolo duro del K-Pop la band non ha ancora sfondato definitivamente, chissà che non ce la faccia questa volta.