150 CONDIVISIONI

Giovanni Allevi celebra Napoli, dove cominciò 25 anni fa: “Parliamo la lingua del cuore”

Giovanni Allevi prosegue il suo Celebration Synphonic Tour toccando Napoli, la città da cui partì 25 anni fa, davanti a 5 persone, moltiplicatesi durante la serata del Palapartenope.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Spettacolo Fanpage.it
150 CONDIVISIONI
Giovanni Allevi sul palco del Palapartenope (foto di Fabiana Privitera)
Giovanni Allevi sul palco del Palapartenope (foto di Fabiana Privitera)

Venticinque anni fa, davanti a 5 persone, nacque la carriera musicale di Giovanni Allevi. Il compositore di Ascoli Piceno, infatti, era agli albori di una carriera che sarebbe diventata di caratura mondiale e quella sera decise, come ha dichiarato in un'intervista di qualche giorno fa a Fanpage.it, che la musica sarebbe diventata la sua professione definitiva, nonostante quelle poche persone che, però, spiegò gli diedero la spinta giusta. Una spinta che si definì quando, finita l'esibizione, scoprì che non gli era stato prenotato l'albergo, ritrovandosi a dormire in stazione. Sono passati 25 anni, appunto e Allevi è tornato nella città partenopea, ma stavolta c'era qualche persona in più tra il pubblico.

L'amore per Napoli

Dopo la tappa di Catania, infatti, il compositore ha portato a Napoli il suo Celebration Synphonic Tour (che si doppia nel Celebration Piano Tour con anche molte date all'estero): "Napoli è il mio Aleph, il luogo sacro dove 25 anni fa ho incontrato il mio destino. Da allora io e Napoli parliamo la lingua del cuore. Grazie per l'incredibile calore che il PalaPartenope ha regalato a me e ai musicisti dell'Orchestra Sinfonica Italiana" ha detto il cantante che si è alternato tra pianoforte e direzione (completamente a memoria) dell'Orchestra Sinfonica Italiana , presentando al pubblico oltre alle sue musiche, anche i capolavori di Tchaikowsky, Puccini e Rossini. E, visto il periodo, Allevi ha anche suonato tre brani natalizi, melodie famosissime rielaborate per Pianoforte e Orchestra dallo stesso compositore nel suo stile inconfondibile, tra tradizione e contemporaneità con "Romanza in Fa maggiore per Violino e Orchestra" di L.V.Beethoven ("il mio compositore preferito"), interpretata al violino dal Maestro Lorenzo Fuoco, tra i bis.

Sul palco l'Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli

Insieme a lui, in platea c'erano anche  i giovani musicisti dell'Orchestra Sinfonica dei Quartieri Spagnoli, incontrati qualche giorno fa e, ovviamente, invitati sul palco, regalandogli la loro classica felpa rossa: "Questi giovanissimi ragazzi rappresentano l'autenticità della musica, vanno amati e sostenuti!".

Il tour di Giovanni Allevi

Il "Celebration Symphonic Tour" sarà a Firenze il 05/01/2017 al Obihall, a Torino il 06/01/2017 al Teatro Colosseo, a Roma l'08/01/2017 all’Auditorium Parco della Musica. Parallelamente Giovanni Allevi si esibirà anche con una tournée di pianoforte solo, il "Celebration Piano Tour", che toccherà diverse città italiane ed europee, tra cui Londra, Zurigo, Dublino e Bruxelles. In questo live l'artista riprenderà la sua dimensione magica ed intima del pianoforte solo, ripercorrendo i 25 anni di composizioni che lo hanno portato a vendere oltre un milione di dischi solo in Italia. Le date già in calendario sono Lugano il 17/12 al Teatro LAC, Spoleto il 23/12 al Teatro Gian Carlo Menotti, Genova il 27/12 al Politeama e, nel 2017, a Bruxelles il 26/02 al Bozar, a Dublino il 27/02 alla National Concert Hall, a Zurigo il 07/03 al Kaufleuten e a Londra il 10/03 alla Cadogan Hall. A queste si aggiungeranno altre date europee in via di definizione.

150 CONDIVISIONI
Giovanni Allevi a Sanremo 2024 dopo due anni senza suonare: "La malattia non è del tutto sconfitta"
Giovanni Allevi a Sanremo 2024 dopo due anni senza suonare: "La malattia non è del tutto sconfitta"
Le due anime di Giovanni Allevi: "Il pianoforte come preghiera, l'orchestra come apertura"
Le due anime di Giovanni Allevi: "Il pianoforte come preghiera, l'orchestra come apertura"
Giovanni Allevi a Sanremo 2024: "Il mieloma è una battaglia che non si vince, vivo il presente"
Giovanni Allevi a Sanremo 2024: "Il mieloma è una battaglia che non si vince, vivo il presente"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni