133 CONDIVISIONI
Festival di Sanremo 2020
5 Febbraio 2020
21:38

Gigi d’Alessio a Sanremo con “Non dirgli mai”, il segreto della frase in dialetto

Nel 2000 Gigi d’Alessio esordiva a Sanremo portando all’Ariston “Non dirgli mai”, una canzone che, pur classificandosi al decimo posto in quell’edizione, gli permise di fare il salto dalla dimensione locale alla scena nazionale. Vera chicca di quella canzone, la frase in dialetto che fa da cuscinetto tra la strofa e il ritornello, “Si stasera d’avessa vasa’”, dietro la quale si nasconde un aneddoto piuttosto curioso raccontato dall’artista.
A cura di Andrea Parrella
133 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Festival di Sanremo 2020

Nel febbraio del 2000 iniziava la lunga "storia d'amore" tra Gigi d'Alessio e il Festival di Sanremo. Il cantante, che in quegli si appropriava del marchio di cantante neomelodico, uscì dalla dimensione locale napoletana facendo il salto nazionale proprio grazie alla partecipazione al Festival. Lo fa con quella "Non dirgli mai" destinata a trasformarsi in un grande classico del suo repertorio e della storia sanremese.

Come spesso è accaduto nel corso della storia di Sanremo, "Non dirgli mai" non ottenne un posizionamento in classifica molto edificante, chiudendo in decima posizione quell'edizione del Festival condotta da Fabio Fazio. Quella canzone si rivela tuttavia il grimaldello con cui D'Alessio irrompe sulla scena nazionale, per poi oltrepassare i confini italiani e diventare celebre anche all'estero.

L'aneddoto raccontato da Gigi d'Alessio

Passaggio memorabile di quella canzone è senza dubbio quel verso in dialetto che anticipa il ritornello della canzone, "Si stasera t'avessa vasa'". Una scelta compositiva, quella della frase in dialetto, che se non fu una violazione del regolamento sanremese, fu quantomeno una forzatura. Ed è una frase dietro la quale si nasconde un aneddoto che Gigi d'Alessio ha raccontato nel corso del programma di Rai1 "Vent'anni che siamo italiani", che il cantante ha condotto con Vanessa Incontrada, sottolineando che quell'intermezzo in dialetto tra strofa e ritornello lo aggiunse con un piccolo escamotage: "Al tempo era del tutto vietato cantare in dialetto a Sanremo e io devo ammettere che durante le prove quella parte in napoletano non la cantavo". 

Il successo dopo Sanremo 2000

Una frase che ha fatto la fortuna di Gigi d'Alessio e gli ha permesso di unire il pubblico napoletano, presso il quale era già noto a inizio anni Duemila, e quello nazionale. Il successo arrivò soprattutto dopo il festival, con il disco d'oro e il concerto di quell'estate in piazza del Plebiscito, che lanciò definitivamente D'Alessio tra i nomi più noti del panorama musicale italiana.

Il ritorno di Gigi d'Alessio a Sanremo 20 anni dopo

La rilevanza della canzone nella storia del Festival di Sanremo è testimoniata anche dalla celebrazione di "Non dirgli mai" a Sanremo 2020. Il cantante, a 20 anni di distanza dalla prima volta all'Ariston, è ospite speciale nell'edizione del Festival condotta da Amadeus per ricordare

133 CONDIVISIONI
705 contenuti su questa storia
Area Sanremo 2020, annunciati gli otto vincitori: solo due parteciperanno al Festival
Area Sanremo 2020, annunciati gli otto vincitori: solo due parteciperanno al Festival
A sei mesi da Sanremo 2020 ecco quali sono canzoni e cantanti più ascoltati
A sei mesi da Sanremo 2020 ecco quali sono canzoni e cantanti più ascoltati
Chi è il maestro Enzo Campagnoli, che ha ballato con Elettra Lamborghini a Sanremo
Chi è il maestro Enzo Campagnoli, che ha ballato con Elettra Lamborghini a Sanremo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni