Ghali appoggia ‘il collega' Salmo in un'intervista rilasciata a Il Messaggero e rilancia: "Salmo è un grande ma invece il bello è che chi vota Salvini viene a vedere i nostri concerti per accompagnare i figli. Il vero corto circuito". Nato tutto da un commento al vetriolo, affidato dal noto rapper sardo alle pagine di Rolling Stones, contro il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'interno, ha poi generato una vera e propria bagarre a distanza. Salmo si era così espresso: "Non puoi stare con Salvini e ascoltare hip hop. Strappa le mie magliette, brucia i cd. Oppure cambia la tua idea del caz**" e aveva provocato la reazione di Salvini che, condividendo l'articolo di Fanpage.it, aveva commentato, quasi ironicamente: "Se state con Salvini STRAPPATE le mie magliette e BRUCIATE i miei CD". Lo dice il rapper SALMO. Mamma mia che tristezza, apri la mente, fratello!".

Un'altra Italia è già possibile

Si aggiunge ora Ghali, che però resta convinto del fatto che un'altra Italia sia possibile e che, tutt'oggi, il popolo che crede nel cambiamento faccia sentire la sua presenza e non taccia, subendo, come racconterebbero tanti nostri politici: "La gente che incontro mi dà enorme speranza per questo Paese. A me sembra proprio una bella Italia". Sulla domanda in merito alle discriminazioni sociali, ha aggiunto: "I commenti in metro, per strada, a scuola. Ma mi è pesato meno che ad altri. Sono sempre stato misericordioso verso chi è ignorante di vita, cioè non ha incontrato diversità, non ha fatto scalo negli aeroporti. Poi sofferenza e frustrazione ci sono state ma le ho canalizzate nella musica. Raro che scriva in un momento di felicità".

La musica libera e Sanremo 2019

La musica di Ghali è stata spesso al centro del dibattito musicale, e non, per le tematiche affrontate e per il suo essere sempre così privo di sovrastrutture: "La mia musica però deve restare spontanea, ne va della mia libertà artistica. Non sono un paladino della giustizia. Se voglio parlare di canne, lo faccio, anche perché su YouTube ci sono ben altre volgarità". Sull'eventuale partecipazione al Festival di Sanremo 2019, infine, non ha avuto grandi esitazioni nel dichiarare: "Non ho mai visto una puntata e non mi andrebbe di ricantare Cara Italia".