In attesa di avere maggiori informazioni sullo stato di salute di Gabry Ponte, sono tantissimi i colleghi e i fan che gli stanno esprimendo vicinanza in queste ore complesse. Il dj italiano, infatti, aveva scritto sui social che si sarebbe sottoposto a un'operazione al cuore, poiché una delle valvole principali non funzionava bene. Una malattia congenita, specificava il dj che è degenerativa e che lo ha costretto, quindi, a un letto d'ospedale, operazione e un po' di riposo per riprendersi. Sono tantissimi i like e i commenti di colleghi noti che hanno voluto dargli pubblicamente l'in bocca al lupo ed esprimergli vicinanza.

L'augurio dei colleghi

"Quello in cui viviamo è un mondo pazzo, dobbiamo affrontare molti mostri, ma non hai bisogno di qualcosa come di una preghiera, sei nella tua età dorata e se per caso ti senti solo a volte, ricorda che non hai sentirsi così solo! Nel frattempo darò il mio tutto per produrre più musica, perché Gabry mi dice qualcosa che è una sfida: non mi spaventa!" ha scritto Lumix con cui il dj italiano ha collaborato in Monster, pezzo da oltre 100 milioni di stream. Ma sono in tanti a scrivere a Gabry Ponte, , da Lorella Cuccarini a Sabrina Salerno, passando per Benji Mascolo, Fred De Palma, Meduza, Umberto Tozzi e Guè Pequeno, giusto per citarne alcuni.

Il problema di Gabry Ponte al cuore

"Sto per affrontare un’operazione un po’ complicata per cercare di risolvere un problemino che mi insegue ormai da tanti anni: il mio cuore, ironia della sorte, non va a tempo 🤷🏻‍♂️ per colpa di una delle valvole principali al suo interno che è malata, e non funziona bene" aveva scritto il dj che ha spiegato al pubblico di aver potuto vivere una vita tranquilla fino ad ora, ma che è arrivato al punto che se non si fosse operato sarebbe andato incontro a complicazioni: "e a noi non piacciono le complicazioni vero? 😅 Quindi eccomi qua! Tra un po’ me ne vado sotto i ferri per fare questo tagliando importante, e poi approfitterò di questo periodo di “stop” forzato dai concerti per rimettermi in forze e tornare più carico che mai!"