19 Maggio 2021
14:23

Franco Battiato, alla veglia di preghiera pochi intimi tra cui Carmen Consoli e Alice

Si sono tenuti in maniera privata i funerali di Franco Battiato, l’artista scomparso lo scorso 18 maggio nella villa di famiglia a Milo, in Sicilia, dove risiedeva da quando aveva praticamente abbandonato la scena pubblica a causa della malattia. Tra le persone che hanno salutato l’artista ancne Carmen Consoli e Alice.
A cura di Redazione Music
Franco Battiato (LaPresse)
Franco Battiato (LaPresse)

Si sono tenuti in maniera privata i funerali di Franco Battiato, l'artista scomparso lo scorso 18 maggio nella villa di famiglia a Milo, in Sicilia, dove risiedeva da quando aveva praticamente abbandonato la scena pubblica a causa della malattia. La famiglia ha deciso di tenere una funziona privata a cui hanno partecipato le persone che gli erano più intime e più vicine, familiari, amici e pochi colleghi sono entrati nella villetta fuori dalla quale attendevano anche molti giornalisti.

Pochi amici al capezzale di Battiato

Una veglia di preghiera a cui hanno partecipato una cinquantina di persone in tutto che sono arrivate al capezzale di Franco Battiato per dargli l'ultimo saluto. Sono arrivate prestissimo Carmen Consoli e Alice, due artiste che hanno ognuna a modo sua sono state parte importante della vita del cantautore, più tardi, poi, sono arrivati il manager Franz Cattini, il sindaco di Milo Alfio Cosentino, il compositore Roberto Cacciapaglia, i cantautori Yuri Camisasca e Giovanni Caccamo, scoperto proprio da Battiato.

Uomo straordinario e artista immenso

Qualche fiore fuori dal cancello e i manifesti fatti affiggere dal Comune di Milo, in cui si legge: "Uomo straordinario e artista immenso, che in molti modi e tante occasioni – c'è scritto – ha dimostrato per Milo affetto e disponibilità, dopo averlo scelto come luogo in cui vivere e da cui trarre ispirazione. La cittadinanza si tinge attorno ai familiari ne si unisce al loro dolore". Ma gli omaggi non si limitano a questo, anzi.

Il lungomare di Catania dedicato a Battiato

Il sindaco di Catania Salvo Pogliese, ad esempio, ha annunciato che al musicista sarà dedicato il lungomare della citta: "La spettacolarità del nostro lungomare che unisce visivamente l’Etna con il mare Ionio, nel contesto della roccia lavica delle antiche eruzioni del nostro Vulcano diverrà simbolo di un uomo, un artista che ha interpretato magnificamente i valori della natura travalicando i confini della Sicilia e dell’Italia per la sua innata capacità di cogliere i sentimenti più profondi dell’umanità – ha affermato il primo cittadino – La grande emozione che ha suscitato in tutta l’Italia la morte di Franco Battiato ci ha convinti che per ricordare una personalità che ha segnato i sentimenti di generazioni di cittadini, era necessario intestargli un luogo che ne ricordasse la grandezza artistica e di innamorato della nostra città, che per il suo straordinario talento lo aveva adottato da fin giovanissimo".

I funerali di Franco Battiato il 19 maggio nella sua villa di Milo, la salma verrà cremata
I funerali di Franco Battiato il 19 maggio nella sua villa di Milo, la salma verrà cremata
La religione di Franco Battiato è Franco Battiato
La religione di Franco Battiato è Franco Battiato
Le foto di Franco Battiato
Le foto di Franco Battiato
Gaetano Curreri ha superato l'infarto, gli Stadio informano i fan sulle condizioni di salute
Gaetano Curreri ha superato l'infarto, gli Stadio informano i fan sulle condizioni di salute
Il malore durante un concerto e il ricovero in terapia intensiva
Il malore durante un concerto e il ricovero in terapia intensiva
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni