Non solo film: il volto di Francesco Mandelli, per gli amici "Nongio", è diventato famoso prima per essere stato un veejay di MTV, poi per I Soliti Idioti, sitcom in coppia con Fabrizio Biaggio diventata un film. Oltre che comico però, ha sempre coltivato la passione per la musica, nel suo caso viscerale, tanto da riuscire ad arrivare per ben due volte a Sanremo.

Chi è Francesco Mandelli

Nato ad Erba, in provincia di Como, e cresciuto ad Osnago, in provincia di Lecco, da subito Francesco Mandelli manifesta il suo talento nel mondo dello spettacolo. Il debutto in tv arriva nel 1998, con il programma Tokusho di Mtv Italia, a cui prende parte come conduttore. In contemporanea ai suoi successi televisivi e cinematografici però, non rinuncia alla musica e nel 2000 fonda un gruppo, gli Orange, insieme al batterista Enrico Buttafuoco. Il loro primo album, Certosa, esce nel 2009 e due anni dopo tocca a "Rock Your Mocassins", dal quale viene estratto il singolo "I Don't Like You Anymore". Nel 2015 mette piede per la prima volta sul palco di Sanremo, insieme al suo socio Fabrizio Biggio il brano "Vita d'inferno", che li porta fino alla quarta serata, a un passo dalla finale.

Francesco Mandelli con Paolo Jannacci a Sanremo 2020

Francesco Mandelli è un artista poliedrico, questo è certo. Quest'anno Paolo Jannacci, in gara a Sanremo con il brano "Voglio parlarti adesso" , lo ha scelto per duettare con lui nella terza serata sulle note di "Se me lo dicevi prima". La canzone, che tratta il tema della tossicodipendenza, è stata scritta da Maurizio Bassi e il padre Enzo Jannacci, presentata al Festival nel 1989, ottenendo il secondo posto nel Premio della Critica.

e poi ci ritroveremo ancora @gazzelle__

A post shared by Francesco Mandelli (@francesco_mandelli) on