61 CONDIVISIONI
video suggerito
video suggerito

FdI contro Fedez sul voto degli italiani all’estero in Disco Paradise: “Falso che non votano”

Carlo Fidenza e Roberto Menia di FdI hanno attaccato Fedez per la frase sugli italiani all’estero in Disco Paradise: “Falso che non votano”, anche se nel 2019 la percentuale fu bassissima.
A cura di Redazione Music
61 CONDIVISIONI
Fedez (LaPresse)
Fedez (LaPresse)

Era un po' di tempo che la Politica non usava Fedez per farsi un po' di pubblicità e creare una piccola polemica. In coda all'estate ci pensano il capodelegazione di Fratelli d’Italia-Ecr al Parlamento europeo, Carlo Fidanza e il senatore di FdI e responsabile nazionale del Dipartimento di FdI per gli italiani nel mondo, Roberto Menia che prendono di mira, in particolare, un verso di "Disco Paradise", la canzone estiva che ha visto insieme oltre a Fedez, anche Annalisa e Articolo 31. I due politici di FdI, infatti, hanno criticato il verso in cui il rapper milanese dice "come tutti gli italiani all’estero, l’anno prossimo non voterò". Insomma, una punchline che, appunto, è provocatoria e appunto c'è chi a quella provocazione ha abboccato.

I politici, infatti, hanno usato questa frase per fare un po' di pubblicità alle elezioni europee del prossimo anno: "Non sappiamo se Fedez abbia davvero deciso di non votare alle elezioni europee dell’anno prossimo. Quello che ci interessa chiarire con questo video è che questa frase della canzone è semplicemente falsa" dicono alternandosi i due rappresentanti di FdI che a quel punto danno qualche numero: "È falsa in primo luogo perché non è vero che gli italiani all’estero non votino. Alle ultime elezioni politiche dello scorso anno più di un milione e duecentocinquantamila italiani residenti all’estero hanno esercitato il loro diritto di voto, il 26,4% degli aventi diritto".

L'uso è anche per ricordare come si vota all'estero, appunto: "Ed è falso dire che l’anno prossimo, quando il 9 giugno 2024 si svolgeranno le elezioni europee, gli italiani all’estero non voteranno. Alle ultime Europee del 2019, su poco meno di un milione e settecentomila connazionali all’estero aventi diritto al voto, circa 127 mila ne hanno usufruito. Alle Europee – proseguono Fidanza e Menia nel video – infatti i cittadini italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe italiani residenti all’estero) e residenti in uno Stato membro dell’Unione europea si potranno recare presso uno degli uffici consolari italiani indicati e lì potranno votare regolarmente. Non solo, anche i cittadini italiani non iscritti all’AIRE e temporaneamente domiciliati in uno Stato dell’Unione europea – per esempio per motivi di lavoro o di studio – potranno esercitare il diritto di voto nel Paese in cui si trovano, comunicando questa intenzione al consolato di competenza entro 80 giorni prima della data del voto".

Insomma, serviva un volto famoso e nonostante manchi ancora molto tempo per le elezioni, l'occasione era troppo ghiotta: "Alle importantissime elezioni europee del prossimo anno tanti italiani all’estero potranno decidere di votare per i membri italiani del Parlamento europeo, dal loro Paese europeo di residenza, stabile o temporanea che sia. E a questo punto ci auguriamo saranno davvero in tanti a farlo. Con buona pace di Fedez e dei successi musicali dell’estate… che, per carità, saranno anche dei piacevoli tormentoni ma… non sempre ci azzeccano". Azzeccarci o meno dipende sempre da quale lato si guardano i numeri, anche perché, l'affluenza, nel 2019 fu piuttosto bassa, con il 7,64% di aventi diritto che avevano esercitato il proprio diritto di voto. Non proprio un plebiscito, nonostante fosse in aumento rispetto al 2014, quando il dato era del 5,9%: "Un discorso a parte merita il voto degli italiani all’estero, con la percentuale di votanti più bassa in assoluto pari al 7,6 per cento" scrisse l'Istat. Per ora il cantante non ha ancora risposto.

61 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views