Gianni Morandi, nel corso del suo concerto all'Arena di Verona, accoglie sul palco Ennio Morricone. Il pubblico lo ascolta in religioso silenzio, mentre esegue C'era una volta in America. Morandi è visibilmente emozionato. I due, infatti, hanno iniziato insieme.

“Ho cominciato con la mia carriera con uno straordinario artista famoso nel mondo. Tutti i miei arrangiamenti sono stati costruiti da questo genio, che poi è diventato un premio Oscar. Lo ringrazio di essere qui, con tutto l’affetto possibile”

Gianni Morandi, poi, si fa dirigere in uno dei suoi brani più emozionanti: Se non avessi più te. La canzone rappresenta uno dei primi successi dell'artista. Impossibile non associare quel brano, alla storia d'amore del cantante e la prima moglie Laura Efrikian. Entrambi erano i protagonisti del film del 1965, che aveva come titolo proprio il nome del brano.

L'incontro tra Morandi e Morricone si è tinto di un'emozione ancora più intensa quando insieme hanno ricordato Sacco e Vanzetti, i due anarchici italiani, condannati alla sedia elettrica negli Stati Uniti, per un omicidio mai commesso. La loro memoria ha lasciato poi spazio, ad un minuto di silenzio dedicato alle tante vittime che in questi giorni hanno incontrato la morte a Lampedusa, nel tentativo di sfuggire alla guerra. Il silenzio sfocia nel toccante brano Ho visto un film (Nicola e Bart)

Segue un altro bellissimo brano, arrangiato da Ennio Morricone e cantato da Gianni Morandi: In ginocchio da te. Un'altra canzone ripescata dal repertorio degli anni 60. Anche in questo caso, seguì un film che portava lo stesso titolo, interpretato da Morandi e dalla Efrikian.