Se Elisa ha deciso di approdare in Universal dopo una vita nella Sugar di Caterina Caselli, lo zampino è un po' anche di Emma, che invitò la cantante di Monfalcone a una cena assieme al Ceo di Universal Alessandro Massara, che evidentemente le ha proposto qualcosa di nuovo e appetibile. Qualunque cosa sarà, comunque, lo scopriremo l'anno prossimo, quando uscirà il primo album targato major e a cui parteciperanno, come autori, anche Tommaso Paradiso e Calcutta, tra gli altri. A raccontarlo è stato lo stesso Massara durante una serata in cui la Universal ha presentato i nuovi progetti e fatto il resoconto di un anno che è stato più che positivo anche a livello economico, come ha spiegato il Ceo, senza falsa modestia e non nascondendosi dietro una crisi perenne che, talvolta, serve anche da alibi.

Il progetto di Emma

Insomma, alla faccia delle voci di ipotetici litigi tra le due cantanti, le cose vanno a gonfie vele, come hanno chiarito anche loro su Twitter, nei giorni scorsi, prendendo in giro chi aveva fatto circolare voci di screzi. E proprio Emma è stata un'altra delle protagoniste della serata, dal momento che, come chi segue i suoi social sa bene, ha cominciato da qualche giorno le registrazioni del nuovo album: "Più che un disco, sarà un vero e proprio progetto che vi sorprenderà tantissimo" ha spiegato Jacopo Pesce, A&R dell'etichetta, che ha anche accennato alle prossime pubblicazioni.

Jovanotti, album che si ascolta dall'inizio alla fine

Un'altra delle sorprese è stato il collegamento con Jovanotti direttamente dalla California. Il cantante che non manca di aggiornare quasi quotidianamente i fan tramite i propri social, ha spiegato ai presenti: "Stiamo portando i pezzi al ready to mix, poi Rick li darà a diversi ingegneri del suono e poi si fa un blind test, quindi le ascolteremo senza sapere chi ha mixato chi, così da non farci influenzare, e scegliamo la più interessante. È un disco bellissimo, vi avverto. Il singolo nella prima metà di novembre, però vorrei farlo uscire a ridosso dell'album". Sarà un album-album ha detto il cantante, uno di quelli che ascolti dall'inizio alla fine: "È una caratteristica a cui non so rinunciare, si ricollega alle mie origine che ai miei ultimi album", mentre per quanto riguarda il suo incontro con il produttore ha spiegato: "L'opportunità di lavorare  con Rubin è piovuta dal cielo, c'è voluto tanto tempo, con un rapporto che si è creato in 5 anni. Fu lui a dirmi ‘se hai qualcosa da farmi sentire…', così quando ho avuto i demo sono venuto a Malibu e lui mi ha detto facciamolo".

Zucchero, Cremonini, Vasco Rossi

Tra le novità in uscita, ci saranno tante cose per la divisione jazz e classica, soprattutto grazie al centenario dalla morte di Debussy a cui Maurizio Pollini dedicherà un progetto, mentre, restando nel pop-rock, c'è "Wanted", la raccolta del meglio di Zucchero, in uscita il prossimo 3 novembre, anticipata da "Zazzarazàz – Uno Spettacolo D’arte Varia", un progetto che ripercorre oltre 40 anni di carriera di Paolo Conte e che raccoglie il meglio dagli studio album, una selezione di brani live ed un disco con le interpretazioni di canzoni del cantautore astigiano da parte di grandi protagonisti della musica e dello spettacolo. Il 2017 sarà anche l'anno del ritorno di Cesare Cremonini che, in collegamento, ha parlato per la prima volta del nuovo lavoro: "Uscirà il 24 novembre: sono le canzoni e il disco più importante della mia carriera. Non vedo l'ora che esca, così le mie canzoni diventeranno della gente, perché le canzoni hanno bisogno di essere cantate". Da segnalare anche l'uscita del live di Modena Park per Vasco Rossi, il best of degli Afterhours "Foto di pura gioia" che conterrà anche un disco di inediti e rarità, i ritorni discografici dei Negrita, di Eros Ramazzotti, Gué Pequeno e Marracash, oltre alla pubblicazione su cd del progetto di max Gazzè "Alchemaya".