Elton John (Getty Images)
in foto: Elton John (Getty Images)

In queste ore è diventato virale un video promozionale dei Grandi magazzini londinesi John Lewis che è noto nel Paese per le loro campagne pubblicitarie natalizie, diventate famose anche grazie all'inventiva che ogni anno porta alla creazione di personaggi nuovi. Quest'anno, però, in un periodo di crisi per questo settore, come sottolinea anche il Guardian, il marketing ha deciso di puntare su una delle star della musica mondiale e ambasciatore del pop inglese nel mondo, ovvero quell'Elton John che è partito poche settimane fa per il suo "Farewell Yellow Brick Road" ovvero un tour mondiale che lo porterà a suonare attraverso i cinque continenti per oltre 300 concerti che si concluderanno nel 2021 (e toccheranno l'Italia il 7 luglio 2019 quando sarà ospite del Lucca Summer Festival), anno in cui il cantante metterà fine alla sua carriera: "La scenografia del nuovo palco di Elton porterà i suoi fans in un viaggio musicale visuale attraverso una carriera di hits di 50 anni come non si era vista prima".

Il video diventato virale

Nel video che sta girando online si racconta la vita in musica di Elton John in poco oltre 2 minuti: partendo dagli ultimi anni si va pian piano a ritroso, attraversando anche con cambi di abiti e pettinature – oltre che di strumentazioni – gli anni (dai camerini alle ospitate a Top of the Pops) fino ad arrivare a un giovanissimo cantante che, attorniato dalla famiglia, riceve in regalo, per Natale, il suo primo pianoforte e lo scarta sotto gli occhi della madre e della nonna, fino a tornare nella sua casa attuale con il cantante di spalle al pianoforte e la scritta in sovrimpressione che recita "Some gifts are more than just a gift" (Alcuni regali sono qualcosa in più di un regalo").

A chi è dedicata la canzone

Ma quello che caratterizza il tutto è la linea musicale che attraversa tutto il video, che è anche la sua canzone più famosa, ovvero quella "Your Song", brano scritto da Bernie Taupin e contenuta nel suo secondo album omonimo del 1970. Inclusa da Rolling Stone tra le 500 canzoni più importanti di tutti i tempi, si narra che fu scritta dallo stesso Taupin durante una colazione a casa della madre del cantante, che li ospitava e benché Elton John abbia sostenuto che si ispirasse a una ex dell'amico, Taupin ha sempre negato: "Le prime parole non furono scritte in base all'esperienza, ma all'immaginazione, la canzone può essere solo stata scritta da un ragazzo di 17 anni che non ha ancora fatto sesso". Il protagonista del racconto si rivolge al proprio innamorato (di cui non ricorda il colore degli occhi, ma ricorda la loro bellezza) e dice che vorrebbe avere dei soldi per comprare una casa in cui vivere assieme, ma l'unica cosa che può fare è scrivere una canzone e dedicargliela: "I know it's not much but it's the best I can do, my gift is my song and this one's for you and you can tell everybody this is your song" ("So che non è molto, ma è il meglio che posso fare, il mio regalo è la mia canzone ed è per te e puoi dire a chiunque che è la tua canzone").